Dipende da dove vuoi andare

Dipende da dove vuoi andare
nuovo romanzo ordinabile su Amazon

sabato 4 maggio 2013

Numero 69 - "Donne in rinascita" - 4 Maggio 2013

Oggi che l'umore vira verso il "non so", ecco che questo brano lo sento ancora una volta "mio". 
Quante volte sono rinata nella mia vita?
Tante.
E quante volte dovrò rinascere ancora?
Chissà...
Ma di sicuro so che noi donne sappiamo attraversare qualsiasi momento e sappiamo soffermarci davanti ad uno specchio per cercare di guardare "oltre".
E alla fine, ce la facciamo sempre.
"Donne in rinascita" - Jack Folla - Lettura di Claudio Santamaria.
Per tutte voi.

11 commenti:

  1. Per rispondere a queste domande, vi ricordo come si fa ad inserire il commento: sopra lo spazio dove dovreste scrivere il testo c'è una scritta che dice COMMENTA COME e sulla stessa riga trovate una piccola freccia sulla quale dovete cliccare; uscirà un elenco e cliccate su NOME/URL, si aprirà una nuova finestra e dovete scrivere il vs nome o nick dove c'è scritto NOME; poi cliccate su CONTINUA, inserite il testo e cliccate su PUBBLICA. Più facile di così!!!

    RispondiElimina
  2. Sono una donna in rinascita, sì lo posso dire anch'io, del resto ogni mattino è nuovo e foriero di tante novità belle o meno belle ma comunque da dover affrontare.
    Allora ogni mattina sorrido e mi dico: dai, ce la puoi e ce la devi fare, con tutte le tue forze e la tua energia, sii positiva!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bell'atteggiamento, Lu! Noi donne siamo troppo forti!!;-)

      Elimina
  3. Armida Bottini5 maggio 2013 07:36

    Io muoio e rinasco ogni giorno, così come vuole la vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona domenica, Armida e...buona rinascita odierna! ;-)

      Elimina
  4. Beh, di rinascite ne ho vissute più di una....Per le prossime mi piacerebbe ci fosse una cosa tipo l'epidurale...:-) Comunque mi ritengo una donna fortunata, ricca, piena di cose preziose nella vita. Se penso ad altre donne, ad altre persone, rimango sbalordita dalla loro forza e dalla difficoltà della loro vita. Auguro a loro la forza di poter rinascere così...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rinascere con l'epidurale mi ha fatto troppo ridere! ;-) Effettivamente sarebbe bello, faremmo delle rinascite meno dolorose e meno struggenti;-)

      Elimina
  5. Stefania, cara, carissima Stefi,

    è una cosa un pò complicata quella che vorrei trasmetterti, probabilmente, non incontrerà nemmeno la tua approvazione.

    O forse sì, forse se ascolterai la parte profonda di te stessa, quella primordiale, antica, costituita da cellule, una sull'altra, che le tue ave femminili hanno messo a disposizione per creare le tue generazioni, arrivando fino a te, oggi, in questa epoca oscura del ferro, dagli obiettivi esistenziali di massa superficiali, dalla violenza profanatrice, fisica e psicologica, che molti uomini infliggono alle donne, in questa miseria contemporanea di pensiero, allora, condividerai il bisogno di difendere e rivalutare, a tutti i costi e con coraggio, l'energia artefice di cose belle ed armoniose, completamente libera, non classificabile secondo le categorie del maschile e del femminile, ma neutra, nella quale coesistono entrambe, armonicamente.

    Oggi, più che mai!

    Cominciare a riconoscere questo, forse, potrebbe essere l'inizio di un riavvicinamento alla Via della Grande Madre, intesa come natura, naturalità di esistere che genera uno stato permanente gradevole e benefico che non ha niente a che fare con l'esperienza quotidiana e nemmeno con l'attività mentale, con il pensiero od il sogno.

    Una gioia stabile e costante, non motivata da alcun evento esterno, fisico od emotivo.

    Per questo motivo, ogni volta che rinasco, è la mia parte neutra che si riallinea ed agisce trovando il "centro", la sorgente di ogni Luce, la libertà.

    E' la mia parte maschile che si affianca a quella femminile, creando, ogni volta, una rinascita di consapevolezza e di conoscenza trascendente.

    Per questo, non sono d'accordo con "Donne in rinascita", perchè anche gli uomini rinascono ogni volta come le donne, sicuramente "esternando" meno, ma rinascono sempre, anche loro.

    Preferisco, allora, dire "Esseri in rinascita", mi trovi più d'accordo, nel rispetto della sacralità del Pianeta, della sua Energia Primordiale e della fiducia che provo nella "rinascita" della Sua Forza Luminosa, positiva e neutra.

    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...mi sa che sei la reincarnazione di Lao Tzu;-)
      p.s. emergenza varicella va avanti, ora anche la sorellina...niente cappuccino neanche this week:-((

      Elimina
  6. Penso che le donne, un tantino più degli uomini, abbiano forza e capacità di rinascere e reinventarsi. Di affrontare con coraggio e determinazione anche le situazioni più difficili. Di rialzarsi quando sembra che, ormai, non ci siano più motivi per farlo. Ma soprattutto, di affrontare con energia la quotidianità e di non lasciarsi abbattere dalla stessa.
    Il video che ci hai proposto mi è piaciuto perché è una iniezione di autostima e perché mi ci riconosco abbastanza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dany, anch'io la penso come te e cioè che le donne in linea di massima siano più capaci di reagire, ma ci sono le eccezioni da ambedue le parti...

      Elimina