Dipende da dove vuoi andare

Dipende da dove vuoi andare
nuovo romanzo ordinabile su Amazon

mercoledì 21 giugno 2017

Numero 284 - Il coraggio di Veronica - 21 Giugno 2017


Ho conosciuto Veronica poco dopo aver fondato la 
Edizioni Convalle.
Ricordo che mi arrivò questo romanzo,
"Il canto dell'allodola" 
e cominciai a leggerlo con molta attenzione, 
perfettamente inserita nel ruolo di editore alla ricerca di 
belle opere.

Leggevo leggevo leggevo 
e intanto pensavo a quanto fosse brava questa autrice che era arrivata a me per vie traverse: 
non la conoscevo, non sapevo chi fosse.

Però il suo romanzo parlava per lei.

Una storia alla quale mi sono avvicinata con un leggero moto di apprensione, perché il tema trattato non è dei più "facili". Avevo paura che la narrazione potesse cadere in particolari scabrosi e ancora più dolorosi quando le vittime sono i bambini.

E invece ho trovato un testo che affronta l'argomento con una delicatezza nella quale mi sono riconosciuta. Ho pensato a quanto fosse abile l'autrice a metterci davanti agli occhi una di quelle storie che non vorremmo sentire mai, in modo così rispettoso, sia per la vittima di cui si narra, sia per il lettore che legge quella storia.

Nonostante questo, l'incipit è bello forte. 
Veronica non ha paura a farti capire subito, lettore, l'argomento intorno al quale verte il romanzo. 
E lo fa senza mezzi termini.
Con coraggio, denuncia questa grave ferita della società. Come a volerci dare subito un bello strattone:
"Ehi, lettore, queste cose accadono!"
Ma poi, dopo aver preso tutta la nostra attenzione, ci prende per mano e ci accompagna dentro la storia di una famiglia come tante e... e basta. Non sono qui per farvi il riassunto;-) Leggetelo e poi mi direte.

Tornando al nostro primo incontro, in un bel pomeriggio di sole di fine inverno, Veronica ed io ci siamo scelte:
io ho scelto lei come autrice della Edizioni Convalle e lei ha scelto me come suo editore, nonostante fossi solo ai primi passi.

Questa si chiama fiducia;-)

"Il canto dell'allodola" è un romanzo che va letto e fatto nostro
perché come dice l'autrice...

I BAMBINI NON SI TOCCANO
e tutti siamo chiamati a vigilare.
Nessuno escluso.



Solo nel settembre 2012 il reati di pedofilia  è stato  introdotto nel codice penale italiano.
Le pene previste restano comunque molto lievi.

2 commenti:

  1. Grazie come sempre a Stefania per....tutto! Sono troppe le cose che dovrei elencare. Ma una la voglio dire: mi fa sentire una brava scrittrice e, detto da lei, è un grande complimento.
    E un'altra cosa: SEI UNICA.

    RispondiElimina