Dipende da dove vuoi andare

Dipende da dove vuoi andare
nuovo romanzo ordinabile su Amazon

domenica 11 giugno 2017

Numero 279 - Parlami di lei - 11 Giugno 2017



PARLAMI DI LEI
Francesco Lisa
ed. Edizioni Convalle

Delle storie, io m'innamoro.
E se m'innamoro, le pubblico.
"Parlami di lei" è una delle prime opere che ho letto in veste di editore.

L'innamoramento è stato lento, ma costante e sempre più profondo. Come le storie d'amore che diventano solide e vanno avanti nel tempo.
Insieme all'autore, il giovane Francesco Lisa, il viaggio è stato un'avventura. Il lavoro di editing è stato una vera e propria immersione nella vita dei protagonisti, nella Sicilia, in un mondo che mi ha conquistata giorno dopo giorno.
Ho letto e riletto quelle pagine, tanto che ad un certo punto ho detto all'autore che le conoscevo meglio de "I promessi sposi" del Manzoni, che avevo studiato al liceo ;-)

"Parlami di lei" è tante cose.

Attraverso il narrare di Antonio, personaggio principale, viviamo insieme a lui la sua storia d'amore con Elena e la freschezza degli amori giovanili che hanno dalla loro la forza dell'entusiasmo e la passione delle "prime volte", quando tutto è una scoperta.
Insieme ad Antonio e al suo ritorno in Sicilia per le vacanze, conosciamo quella Terra  che sembra essere l'ultimo baluardo delle tradizioni di un tempo.

Nonna Concetta e nonno Peppino: i miei eroi!
L'autore li descrive e parla di usi e costumi che sopravvivono insieme a loro;  la saggezza degli anziani che emerge dalle parole del nonno più e più volte, passando attraverso il ripercorrere l'esperienza, per esempio, di come fare la passata di pomodori, tramandandone i segreti da nonni a nipote, continuando con pillole di vita vissuta sintetizzata in poche parole in dialetto: delle vere e proprie chicche!

I valori della famiglia danno un senso di pace e serenità, in un mondo così confuso e alla deriva, e regalano una speranza che risiede in questo ponte tra generazioni. 

Non tutto è perduto.

E Antonio, il giovane protagonista, saprà affrontare grandi cambiamenti, grazie all'educazione ricevuta e a radici solide che gli appartengono.

Francesco Lisa è stato bravo a raccontarci di una Sicilia di piccoli centri, come Rometta dove è ambientata la storia, gente di cuore che si dà e dà senza riserve, grandi sentimenti.
Ci porta a spasso tra bellezze artistiche, panorami che ci mette davanti agli occhi in modo così abile che la vista delle Eolie sembra visibile anche dalla finestra di casa mia. Ci porta dentro i profumi dei cibi, dalla granita con la brioche, alle melanzane sott'olio, fino alla bottiglia di vino rosso di nonno Peppino. 
E le microstorie che arrichiscono la narrazione, come quella di Rusitta e Pasquale che ci trasporta nella Sicilia di tanti anni prima; o ai deliziosi aneddoti sulle zitelle Nunziatina e Caterina, raccontati con un velo di ironia sapiente che Francesco è riuscito a collocare nelle pagine, ove ce ne fosse possibilità, con una spontanea abilità, strappando più di un sorriso al lettore.
E le frasi qua e là in siciliano, pronunciate dai nonni e dagli amici, diventano un "arredo" colorato e curioso, che diverte nella scoperta dei modi di dire ed espressioni che possono essere sempre utili... Menzamà ;-) che tradotto significa... non si sa mai :-D.

"Parlami di lei": un romanzo dove quel "lei" è tante cose: una donna, una madre, una Terra.


Francesco Lisa è un giovane autore messinese. Il lavoro che abbiamo fatto insieme, un gomito a gomito virtuale, mi ha dato la possibilità di conoscerlo un pezzettino ogni giorno.
E di apprezzarlo. Come uomo e come scrittore. Credo sia una penna promettente, piena di entusiasmo, un fiume in piena di storie :-) e credo che l'incontro con Edizione Convalle sia stato per lui un'esperienza di crescita, perché, diciamolo... avere un editor come me o ti fa crescere o ti fa morire :-D.

E lui è cresciuto. E sono sicura che il suo nome e i suoi romanzi ci accompagneranno negli anni e io sarò orgogliosa di quello che avremo fatto insieme.

Francesco, con i suoi trent'anni e poco più, lavoratore, marito e padre (credo assai dolce), restituisce a noi appartenenti a un'altra generazione l'idea che questo Paese, fino a quando ci saranno nuove leve come lui, potrà sperare di risplendere.

Insomma: non so se si capisca ma Francesco Lisa si è guadagnato la mia stima per il suo romanzo che dovete leggere perché ve lo dico io ;-) e so che vi piacerà!
E si è guadagnato il mio affetto. 
Al punto tale da spingermi a percorrere l'intero stivale, tra qualche mese, per stringergli la mano.

Eh beh, ve l'ho detto: Edizioni Convalle è diversa.
Solo belle opere.
Solo autori che oltre ad essere autori sono persone speciali, perché dalle persone speciali nascono storie scritte col cuore.



Alla prossima
dalla vostra
Stefania Convalle




















2 commenti:

  1. Non mi resta che leggere questo pezzo di Sicilia e di storia che ha catturato il cuore dell'editore.
    Parole di stima e affetto per un giovane autore che ha "trovato casa" ai suoi scritti
    In bocca al lupo Francesco di vero cuore

    RispondiElimina
  2. Che dire Francesco, queste belle parole ti fanno brillare. Ti auguro tante grandi storie che sarò curiosissima di leggere per poi recensirle ☺.

    RispondiElimina