Dipende da dove vuoi andare

Dipende da dove vuoi andare
nuovo romanzo ordinabile su Amazon

lunedì 6 maggio 2013

Numero 71 - Nasanotizie - 6 Maggio 2013


Oggi inauguriamo una nuova rubrica: "Nasanotizie";-)

Sarà curata dalla nostra Cinzia che scriverà nello spazio dei commenti tutti gli aggiornamenti dal Cosmo;-) 

Ho pensato di riservare un angolo  a questo argomento perché le interessanti notizie che ci ha già passate Cinzia, sono finite nella puntata  "La casa del blog" rimanendo un po' nascoste e invece ora potremo consultare tutti gli aggiornamenti che ci darà la nostra speciale inviata nell'Universo;-)

Consultate, dunque, questo numero, anche quando scorrerà indietro, perché è qui che saprete se stanno arrivando gli Alieni;-)))))


127 commenti:

  1. Per rispondere a queste domande, vi ricordo come si fa ad inserire il commento: sopra lo spazio dove dovreste scrivere il testo c'è una scritta che dice COMMENTA COME e sulla stessa riga trovate una piccola freccia sulla quale dovete cliccare; uscirà un elenco e cliccate su NOME/URL, si aprirà una nuova finestra e dovete scrivere il vs nome o nick dove c'è scritto NOME; poi cliccate su CONTINUA, inserite il testo e cliccate su PUBBLICA. Più facile di così!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao,vorrei sapere se il monolito nero mi aspetta.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo so, Miky;-) dobbiamo chiederlo alla Cinzia;-)

      Elimina
    2. Ciao Michela,

      il monolito nero aspetta tutti, o forse, sarebbe meglio dire che siamo tutti parte di esso, se inteso come 'portale' verso altre dimensioni...
      comunque, Michela, non correre... chi può dire questo nostro nuovo Nasa-viaggio dove ci porterà...intanto... allacciatevi le cinture e LIBERATE LA MENTE perchè da qui in poi TUTTO E' POSSIBILE!!!

      BUON VIAGGIO!!!


      cinzia


      Elimina
    3. va beh, Cinzia, ma che cavolo è il monolito nero????

      Elimina

  3. Nel film di Stanley Kubrick 2001: Odissea nello spazio del 1968, (ispirato al racconto di Arthur C.Clarke "La sentinella"), sulla Luna, viene ritrovato un grande monolite nero, di chiara fattura intelligente.
    Una prova tangibile del passaggio di una civiltà extraterrestre nel nostro sistema solare.

    Mentre, nella realtà, secondo alcune "indiscrezioni", pare che nel 1969 gli astronauti trovarono sulla Luna un monolite, recuperato e portato sulla Terra nel 1980.
    Di recente, anche su Marte e su una delle sue Lune, Phobos, sono stati individuati dei monoliti.

    Gli scienziati negano l'ipotesi aliena, nel frattempo, però, si accingono a mandare una sonda su Phobos per analizzare l'oggetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavolo, Cinzia, interessante;-) tienici aggiornati:-))

      Elimina
  4. Buona giornata a tutti i cybernauti presenti su questa frequenza...

    nel Post nr.61 del 26 Aprile 2013, ci è venuto a salutare un bolide energetico "AzazeIMI847J", non meglio identificato, che suggerisce la divulgazione di una notizia sensazionale!!!

    - MARTE IN VERSI -
    °°°°°°°°°°°°°°°°°°°

    Entro Novembre 2013, l'Agenzia Spaziale Americana ha in previsione il lancio di una navicella spaziale, chiamata MAVEN ( Mars Atmosphere and Volatile Evolution), inviata verso Marte per studiarne l'atmosfera.

    La Nasa ha fatto un appello: Maven porterà con sè un DVD con nomi di persone che vorranno essere incluse in questo progetto.

    Inoltre, tra i messaggi sotto forma di poesie che saranno inviati all'Agenzia, ne saranno selezionati solo tre.

    Il termine ultimo per la presentazione dei nomi e delle poesie è il 1° Luglio 2013; la selezione delle poesie inizierà il 15 Luglio 2013, attraverso votazione, non meglio specificata.

    L'indirizzo al quale è possibile inviare il proprio nome ed il "poema" da includere nel DVD è:

    http://lasp.colorado.edu./maven/goingtomars

    Maven sarà il primo veicolo spaziale ad esplorare l'alta atmosfera di Marte: l'obiettivo è capire come la perdita dell'atmosfera del Pianeta, ha determinato il destino dell'acqua nella superficie di esso.

    Fine comunicato.

    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono anziana, faccio fatica a seguirvi :-D Ossignur!! Ho capito solo che ieri sera ci ha raggiunto un bolide di nome AZAZEL;-)

      Elimina
    2. Stefi!!!

      ...anche io sono anziana...ma... ce la faremo alla grande, vedrai!!!

      cinzia

      Elimina
    3. Se volete, potete chiamarmi Christian :D ahahah un bolide energetico ^^

      Elimina
    4. Christian...Mi piace di più;-) ti chiamerò così:-)

      Elimina

    5. Ciao Christian, bolide energetico, e tu da quale galassia provieni?

      Elimina
    6. ...anche tu?...piccolo l'universo!

      Elimina
  5. Armida Bottini7 maggio 2013 12:11

    Mi tuffo con voi, m'interessa tanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fantastico Armida, il tuo entusiasmo è stupendo, faremo il gruppo 'Dietro la porta di Stefi, in viaggio verso Marte'...

      cinzia

      Elimina
  6. Anche io sono anziana :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha :-D Stare coi giovani serve;-)

      Elimina
    2. Ciao Emma,

      non preoccuparti, vedrai come ringiovaniremo in questo post di viaggi spaziali!

      cinzia

      Elimina
  7. Buona serata a tutti!

    Stefania mi ha chiesto informazioni sull'ominide ritrovato in Cile, ecco, qui di seguito, quello che si riesce a sapere, per il momento.

    °°°

    Nel 2003 viene scoperta questa 'creatura', uno scheletro non più alto di 15 cm., avvolto in una veste bianca, nella città-fantasma di La Noria, nei pressi di una Chiesa, nel deserto di Atacama, in Cile.

    Questo essere aveva i denti, una testa a bulbo con un'insolita protuberanza e grandi occhi a mandorla, il corpo era viscido e di uno strano colore.

    A differenza degli umani, aveva 9 costole, anzichè 12.

    L'attuale proprietario di Ata, soprannome dell'ominide, è Ramon Navia-Osorio Villar, a capo di un gruppo ufologico di Barcellona che si chiama Istituto di Investigazione e Studio di Esobiologia.

    L'ultimo esame fatto ad Ata ha stabilito, con certezza, che non si tratta di falso.

    Per il resto, nonostante i molti esami fatti, c'è una gran confusione nello stabilire di cosa si tratti: un medico forense dice trattarsi di un corpo mummificato con tutte le caratteristiche di un feto, assolutamente normale.

    Il dottor Nolan, americano, ha escluso si tratti di un feto abortito, affermando che Ata ha respirato e mangiato, inoltre, ha detto che la sequenza ottenuta dai mitocondri permette di dire con ogni probabilità che la madre era una india dell'area cilena e che l'ominide era un maschio, morto un secolo fa.

    Insomma, ancora tutto da definire,in ogni caso, l'esserino presenterebbe mutazioni genetiche sconosciute e non possiede i marcatori del nanismo, nonostante le dimensioni ridotte.

    °°°

    Per il momento è tutto, a domani per altre notizie fuori dal mondo.


    Notte di sogni cosmici!!!

    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo argomento mi affascina: ma secondo te, gli alieni, sono stati già qui? E poi, ponendo che l'ominide di 15 cm sia una creatura venuta da chissà dove, come farebbe ad avere una mamma india?

      Elimina
    2. SICURAMENTE gli alieni sono stati qui sulla Terra, fin dai tempi antichi e probabilmente non se ne sono mai andati, incrociandosi, da allora, con la razza umana e dando origine a queste creature geneticamente modificate in modo sconosciuto per la nostra limitata conoscenza.

      Elimina
    3. mmmmmmm...quindi chiunque potrebbe essere figlio di un alieno?

      Elimina

    4. mmmmmmmm...proprio così.

      Elimina
    5. La cosa m'inquieta... Ma l'interessato, lo saprebbe?

      Elimina

    6. Non sempre, anzi, quasi mai, però, inconsciamente, credo che percepisca la sua diversità.

      Elimina
  8. °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
    ESPLOSIONE COSMICA SENZA PRECEDENTI
    /°/°/°/°/°/°/°/°/°/°/°/°/°/°/°/°/°/°/°/°/

    Due potenti telescopi spaziali (lo Swift ed il Fermi Gamma-ray Space) hanno rilevato, il 27 aprile 2013, la più potente esplosione stellare mai osservata, un evento cosmico estremamente luminoso, a 3,6 miliardi di anni luce dalla Terra, dagli scienziati ribattezzato "Eye-wateringly bright": probabilmente, l'esplosione di una stella massiccia.

    L'emissione di raggi gamma (GRB) è stata talmente prolungata che, mentre le osservazioni spaziali erano ancora in corso, a Terra, un numero record di telescopi sono riusciti a catturare questa straordinaria emissione di GRB.

    Uno dei raggi gamma emessi durante l'evento, osservato nella costellazione del Leone, è stato tre volte più energetico di qualsiasi altro raggio gamma rilevato ad oggi ed è rimasto visibile per un giorno intero: è stato chiamato "GRB130427A".

    Julie McEnery, scienziato progettista del Centro Nasa Goddard Space (telescopio spaziale Fermi Gamma-ray Space) ha detto: "Abbiamo aspettato per molto tempo la possibilità di osservare un tipo di raggio gamma così straordinariamente scioccante."


    Gli astronomi pensano che questi fenomeni accadano quando stelle massicce, senza più combustibile nucleare, collassano sotto il proprio peso: quando il nucleo collassa in un buco nero, getti di materiale vengono sparati verso l'esterno quasi alla velocità della Luce.

    Ora, inizia la ricerca della "Supernova" nella zona dell'esplosione per capire l'origine di GRB130427A.

    Chissà che emozione incontenibile hanno provato questi ricercatori assistendo a questo eccezionale evento!!!

    Dallo spazio esplosivo è tutto, per ora.

    cinzia




    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma per chi è digiuno di astronomia, potresti fare un piccolo corso accelerato? Supernova, raggi gamma etc etc :-OOO

      Elimina
    2. Stefania, io ci provo, ma non assicuro di sapermi spiegare bene.

      ***

      Fino a che una stella ha a disposizione idrogeno da bruciare, all'interno di essa si generano, continuamente, reazioni nucleari che a loro volta danno origine ad una pressione di radiazione che contrasta la gravità, impedendo il collasso verso il centro.

      Quando i processi di fusione hanno trasformato tutto l'idrogeno in elio, la momentanea assenza di reazioni nucleari, porterà il nucleo a contrarsi, per effetto della gravità.

      L'aumento di pressione aumenterà la temperatura del nucleo fino a provocare la fusione dell'elio, ricostituendo un nuovo equilibrio.

      Questo processo si ripeterà più volte, producendo elementi sempre più pesanti e complessi (carbonio, ossigeno, silicio).

      Tutto questo, fino a quando il nucleo atomico del ferro sarà sintetizzato ed inizierà l'ultima, drammatica, fase: un'esplosione incredibile.

      Questa, provoca una formazione di oggetti superdensi (pulsar, stelle di neutroni) o, persino, buchi neri.

      Alcune stelle massicce, quando esplodono, emettono un breve "urlo di agonia", nella forma di un lampo di raggi X o raggi gamma (GRB-Gamma Ray Burst).

      Nel momento della morte, le stelle "fecondano" l'universo di elementi chimici più pesanti dell'idrogeno e dell'elio, indispensabili per la formazione dei pianeti e della vita.

      Questa è la Supernova, una stella che esplode, l'ultimo atto, distruttivo e spettacolare del ciclo evolutivo di stelle molto massive.

      Durante l'esplosione viene liberata un'energia enorme, la stella diventa così luminosa che può eguagliare, per un periodo di tempo limitato, la luminosità della galassia che la ospita.

      Se l'esplosione avviene nella nostra Galassia, la Via Lattea, in una posizione completamente visibile dal nostro Pianeta, il risultato è l'apparizione di una nuova stella nella sfera celeste.

      ***

      Più o meno è quello che succede.

      cinzia

      Elimina
    3. Brava, Cinzia! Sei brava a spiegare questi argomenti un po' complessi;-) la questione è che per me che non vado al di là del mio naso terrestre, è difficile immaginare visivamente quello che tu spieghi benissimo a parole... L'Universo resta un mistero e sembra così lontano da noi...anche se effettivamente ne facciamo parte. Ricordo una scena di un film, mi pare che fosse "Apollo 13" dove un'astronauta racconta che dopo essere stati nello Spazio e aver visto la Terra da quel punto di vista, la vita non è più la stessa e le prospettiva cambia radicalmente...

      Elimina
  9. e io che pensavo che i buchi neri fossero il titolo di un film di Pappi Corsicato,sai quello con la gallina cosmica.e pensavo che su Marte ci fossero i fascisti,come dicevano i Guzzanti :-) a parte gli scherzi,continuiamo questo viaggio interstellare e se l'assenza di gravità mi farà dire sciocchezze parcheggiatemi ogni tanto in un deposito di navicelle obsolete :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michela, ma visto che sei così interessata al tema, dicci dicci... Cosa t'intriga dell'argomento?

      Elimina

  10. Michela, sei proprio forte, tu sarai la nostra "IRONIK STAR"... l'altra voce dell'universo!!!

    Altro che parcheggiarti, tu dovrai comunicarci la tua personale interpretazione degli eventi, come hai fatto nel tuo bellissimo commento!

    Un abbraccio cosmico

    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, Cinzia! Altro che parcheggiarla!! Michela, secondo me, ha tante cose da farci scoprire: deve ancora lasciarsi andare e poi credo vedremo i fuochi d'artificio...o per restare in tema, delle tempeste solari;-)

      Elimina
  11. 1° PARTE:

    °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
    - NOTIZIA SENSAZIONALE!!!!!!!-
    °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

    *********************************************************************
    - ANDRESTI SU MARTE CON UN VIAGGIO DI SOLA ANDATA?-
    *********************************************************************

    Ora l'obiettivo è MARTE!!! ...come cambiano i tempi!!!

    C'erano una volta gli idealisti e rivoluzionari anni '60 che guardavano alla Luna come principale traguardo da raggiungere; mentre ora non è che un tappeto elastico sul quale allenarsi per affrontare la grande sfida: 6 mesi di viaggio interplanetario verso Marte!!!

    Stati Uniti, Cina, o India (forse, Brasile ed Europa)?

    C'è una corsa a chi potrà vantare il primato della discesa del primo astronauta su Marte: tra il 2030 ed il 2050 si assisterà alle più entusiasmanti "Olimpiadi Spaziali" mai viste prima d'ora.

    Nel frattempo, una miriade di robots studieranno il suolo di Marte: CURIOSITY, ha appena cominciato la perlustrazione del Monte Sharp (5.000 metri), INSIGHT, programmato per misurare i terremoti e poi due missioni europee previste per il 2016 ed il 2018 con EUROMARS.

    Ma......"-MARS ONE-" è la GRANDE RIVOLUZIONE DELLA STORIA UMANA!!!

    E' un progetto di una società olandese che ha l'ambizione di portare l'uomo su Marte (CON UN VIAGGIO DI SOLA ANDATA!), nel 2023, per installare sul Pianeta Rosso una nuova colonia.

    ...UN GRANDE FRATELLO MARZIANO (il "GFM")...

    MISSION IMPOSSIBLE!!!

    ...vi sembra impossibile, comprensibile,...ma provate a ricordare solo J.F.Kennedy che, negli anni '60, affermò che l'America sarebbe approdata sulla Luna entro la fine del decennio...o dei privati che (solo 5 anni fa!) con le loro dichiarazioni facevano intendere la loro entrata nel campo spaziale... è proprio vero... la realtà supera ogni fantasia!!!

    DUNQUE!!!

    Almeno 10.000 persone, uomini e donne, hanno già fatto domanda per un viaggio di SOLA ANDATA per Marte, nonostante non ci siano ancora garanzie di ritorno sulla Terra.

    La società prevede una spedizione di 40 astronauti per istituire una colonia umana sul Pianeta Rosso entro il 2023.

    E' iniziata la procedura di selezione per il progetto "MARS ONE": uomo su Marte.

    Saranno scelte 24 persone che (a gruppi di 4), a partire dal 2023,, lasceranno la Terra per colonizzare Marte.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. 2° PARTE:

      °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
      - COSE DA SAPERE PRIMA DI CANDIDARSI:
      °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

      - Le comunicazioni saranno esclusivamente via satellite.
      I messaggi (vista la distanza tra i due pianeti) impiegheranno tra i 3 ed i 22 minuti per raggiungere il destinatario, quindi, sarà impossibile telefonarsi.

      Si comunicherà via internet, sms, e-mail, eventualmente con l'opzione video-voice.

      - Considerando che la comunicazione web è molto lenta su Marte, verranno scaricati sulla Terra i siti web preferiti dagli astronauti, così da poterli raggiungere in modo più rapido.

      I "nasa-marziani" potranno vedere immagini del nostro Pianeta ogni giorno, senza interruzione, tenendo conto del ritardo con le quali queste viaggeranno.

      - Per prepararsi alla missione, ci saranno diversi tipi di preparazione:

      *Tecnica- Gli astronauti dovranno imparare molte nuove abilità ed acquisire competenze su una vasta gamma di discipline.

      Almeno due di loro, dovranno essere in grado di usare e riparare tutte le attrezzature per identificare e risolvere eventuali problemi tecnici, imprevedibili.

      * Altri due per gruppo, dovranno ricevere una formazione medica, tra cui il primo soccorso e l'uso dell'equipaggiamento sanitario in dotazione per la missione.

      * Ci sarà chi dovrà dedicarsi agli studi sulla geologia di Marte, acquisendo competenze nell'esobiologia (biologia della vita aliena).

      * Dovranno anche esserci novelli esperti di fisioterapia, psicologia ed elettronica.

      * Formazione personale: ci sarà un'assistenza psicologica per preparare gli astronauti che non potranno più vedere parenti ed amici.

      * Formazione di gruppo: gli astronauti partiranno a gruppi di 4, è importante che ogni quartetto venga preparato insieme.

      L'addestramento avverrà in un ambiente simulato, indossando tutta l'attrezzatura.

      L'addestramento sarà a tempo pieno e durerà anni.
      Sarà il nuovo lavoro dei coloni di Marte e sarà retribuito per consentire loro di vivere sulla Terra prima della partenza.

      Il viaggio, ripeto, è di SOLA ANDATA.

      ...tu lo faresti?...

      cinzia

      Elimina
    2. Non capisco mai se scherzi o se dici sul serio;-) mi sembra una cosa talmente inverosimile la spedizione senza ritorno su Marte che non so nemmeno immaginare come sia possibile fare una scelta del genere. Personalmente non lo farei, e non vorrei mai che qualcuno dei miei cari lo facesse... Sarebbe come morire... Saluti una persona e sai che non la rivedrai più... Che ansia!!!! No, no, non lo farei! E nemmeno tu, neh! Non ti do il permesso!;-)

      Elimina

    3. E' tutto vero!!!
      Hai ragione, è talmente inverosimile da sembrare uno scherzo.

      In ogni caso, personalmente amo moltissimo la Terra e...figurati, mi mette l'ansia l'aereo, non posso immaginarmi spersa nello spazio.

      Lo spazio è fatto per la mia mente e non per il mio corpo, starò ancora qui sulla Terra con la mia bellissima Stefidanzata e con tutti gli amici del tuo Blog che aumenteranno sempre di più!!!

      Elimina
    4. Stefidanzata mi piace un sacco!;-) Meno male che non ti spari dentro un'astronave diretta per chissàdove:-OOO Non potremmo stare senza la nostra inviata nello Spazio, ma che scrive dalla Terra neh;-)))

      Elimina
  12. :-D ma poi ci raggiungono,sai come diceva quella vecchia pubblicità? "Chi mi ama mi segua".
    il problema è se ci vengono le paturnie e litighiamo tra colonizzatori dove andiamo a nasconderci o dove andiamo a sfogare gli spiriti fumini?potremmo costruire un cratere pensatoio però.
    e il cibo?se ci danno da mangiare cose sintetiche come potremo ovviare?i dolci senza le uova non si possono fare,sai Stefi? quindi dovremo fare degli allevamenti ma poi le bestiole volteggiano per l'assenza di gravità e per me che sono bassa di statura sarà un po' in salita recuperarle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un cratere pensatoio è geniale;-)))
      Per il cibo, mi sto abituando (essendo a dieta, che però sta funzionando;-)...) a rinunciare a tutto quello che più amo :-\ quindi magari potrei anche abituarmi alle pilloline:-\ pensa se poi arriviamo su MARTE e troviamo una trattoria con cucina casalinga aliena :-OOO Ma cosa mangeranno gli alieni???
      Questa conversazione è surreale ;-)

      Elimina
    2. Michela! Il "cratere pensatoio" è un'idea che si potrebbe suggerire alla Nasa, sicuramente molto utile per l'equilibrio psichico della nuova colonia.

      Mentre le bestiole "fluttuanti" mi sembrano pittoresche, tu che poi tenti di recuperarle balzando con una tuta spaziale alquanto ingombrante e pesante, solo per un uovo...direi che potrebbe essere l'immagine simbolo di questa missione 'Mars-one', vista dalla parte "Ironik Star-l'altra voce dell'universo".

      Bellissimo, già mi figuro il bozzetto!

      cinzia

      Elimina
    3. Alla fine qualcuno ci "scoprirà" e faranno un film su questo Blog :-D

      Elimina
  13. sorrido..sembriamo un po' le cosmicomiche stellari.Cinzia, apri un nuovo comunicato in una finestra nuova,così partecipano altre persone che vogliono unirsi a noi in questo viaggio!il titolo a Stefania in uno di questi prossimi link

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosmicomiche;-) Effettivamente siamo simpatiche neh;-) se incontriamo gli alieni, li facciamo ridere e iniziamo un rapporto interstellare sotto i migliori auspici;-)
      Ma che intendi con "finestra nuova"? La rubrica è questa;-) dobbiamo pubblicizzarla un po', altrimenti i futuri viaggiatori che si uniranno, perdono un pezzo delle notizie dallo Spazio:-))

      Elimina
    2. °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
      - SPAZIO PUBBLICITARIO UNIVERSALE -
      °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


      NASANOTIZIE NASANOTIZIE NASANOTIZIE!!!!!!!!!

      LE MIGLIORI NOTIZIE DALLO SPAZIO!!!

      FUORI DA QUI - FUORI DA TUTTO -

      FUORI DAL MONDOOO!!!

      NON PERDERE L'OCCASIONE PER SOGNARE!!!

      CON NASANOTIZIE NON C'E' PIU' CANIZIE!!!

      NASANOTIZIE...E SEI PURA ENERGIA.

      *************************************************
      ******************************************
      **********************************
      *****************************
      **********************
      ***************
      ************
      *********
      ******
      ****
      **
      *

      (...Stefi...più pubblicità di così!!!)


      Elimina
    3. Dopo questo, ci vengono a prendere;-)

      Elimina


  14. AMMONIACA SPAZIALE

    In orbita intorno alla Terra, si trova la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), la più grande struttura costruita dall'uomo per lo spazio (lunghezza 100 metri circa, larghezza 80 metri circa), un laboratorio di ricerca a disposizione dell'industria terrestre.

    Si trova a 400 km. dalla superficie terrestre, è possibile vederla appena dopo il tramonto od immediatamente prima dell'alba, all'apparenza, si mostra come una delle tante stelle vaganti nel cielo.

    Dalla Terra, la si vedrà passare in posti sempre diversi, perchè, nonostante la sua orbita sia fissa, ogni 24 ore la Terra ruota sul suo asse, quindi la Terra avrà angolazioni sempre differenti ad ogni suo passaggio.

    La ISS orbiterà intorno alla Terra per altri 10-15 anni, può ospitare fino a 7 astronauti e ha la possibilità di realizzare moltissimi esperimenti nel campo della biologia, medicina, chimica, fisica ed osservazioni astronomiche e meteorologiche.

    Gli equipaggi di astronauti si alternano continuamente dalla Terra; ognuno rimane sulla stazione per diversi mesi.

    La ISS è molto utile per acquisire esperienza nella manutenzione, riparazione e sostituzione dei suoi componenti in orbita, lontano dalla Terra, in previsione di missioni più impegnative, come il raggiungimento della Luna o di Marte.

    A questo proposito, proprio oggi, Sabato 11 maggio 2013, alle ore 14.15 (ora italiana), sulla stazione si trovano 6 astronauti (il 29 maggio 2013 si unirà, a questo equipaggio, anche l'italiano Luca Parmitano): due di loro (Christopher Cassidy e Thomas Marshburn)) sono dovuti uscire dalla stazione per riparare una perdita di ammoniaca nei radiatori che raffreddano il sistema elettrico dell'avamposto orbitante, sostituendo il pezzo difettoso.

    Tutta questa operazione è durata circa 4 ore...4 ore nel vuoto spaziale...4 ore di lavoro nel vuoto cosmico... 4 ore di lavoro nel vuoto!!!...4 ore di vuoto!!!...4 ore inesistenti nel vuoto!!!...il niente nel nulla!!!...nessuna cosa!!!... ... ... . . .tutto è relativo!

    Buon spazio mentale a tutti!

    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavolo, quante cose che ignoriamo! Non sapevo che ci fossero lavoratori in orbita! Che impressione! Io non ce la farei mai ad uscire dalla navicella per fare un lavoro nel vuoto cosmico, al solo pensiero mi viene l'ansia... Figurati che non riesco ad affacciarmi dalla cupola di S.Pietro, figuriamoci uscire dalla navicella e navigare nel nulla... Non per niente fare l'astronauta non è mai stato nei miei sogni;-)

      Elimina
  15. Cinzia,pensi che arriverà il pianeta Melancholia?ieri ho visto il film,sono rimasta molto turbata da un evento del genere anche se immaginario

    RispondiElimina
  16. Ciao Michela,

    io non ho visto il film Melancholia, però più o meno penso di averne capito la trama; sinceramente, non credo che succeda una cosa del genere, più probabilmente sarà la nostra stella più vicina, il Sole, a causare qualche serio problema alla Terra.

    ...comunque... per scaramanzia... ora posto la prossima "Nasanotizia".......

    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso, però, mi avete messo curiosità con questa Melancholia... Ma di che si tratta?

      Elimina
    2. E' un film del 2011, scritto e diretto da Lars Von Trier.

      E' un film apocalittico, il Pianeta Melancholia è in rotta di collisione con la Terra; il film è focalizzato sul rapporto conflittuale ma intimo di due sorelle, molto diverse tra loro.

      Il regista fa una lettura metaforica universale, della propria depressione, della propria consapevole "Melancholia".

      Elimina
  17. °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

    ASTEROIDE 1998QE2 IN AVVICINAMENTO, TUTTO PER NOI!

    °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

    Il Jet Propulsion Laboratory della Nasa ha segnalato che il 31 maggio 2013 l'asteroide 1998QE2, del diametro di 1,4 chilometri, passerà vicino alla Terra ad una distanza di 5,8 milioni di chilometri, più o meno 15 volte la distanza tra la Terra e la Luna (gli asteroidi che orbitano intorno alla Terra, cominciano ad essere pericolosi ad una distanza di 7.500.000 chilometri in giù).

    In ogni caso, questo passaggio non allarma la Nasa, anzi, risulta una buona occasione per studiare da vicino una roccia spaziale.

    In California, il centro Goldstone e nella Repubblica Dominicana, il centro Arecibo, dotati di telescopi radar, saranno in grado di osservare, in diretta, il massimo avvicinamento di questo asteroide alla Terra che si verificherà il 31 maggio 2013 alle ore 21:59 ora italiana.

    Non ci resta che attendere per saperne di più su questa vagante roccia cosmica che si farà rivedere nei pressi della Terra solo fra due secoli.

    Penso che sia un grande onore, per tutti noi, assistere al suo passaggio!!!

    cinzia


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se penso agli asteroidi che vagano nello spazio e chissà quante volte sfiorano la Terra, mi viene paura!! Poi mi chiedo: ma se sapessero che uno di questi viene dritto verso di noi, ce lo direbbero???

      Elimina
    2. ...non sappiamo tante di quelle cose!!!

      Elimina
    3. Ecco: adesso non dormo:-\
      p.s. hai visto sms di poco fa?

      Elimina
  18. Non so come mai non riesco a rispondere ad un commento qui sopra, su melancholia, il pc non lo permette... Va beh, lo dico qui: la descrizione del film non m'invoglia a vederlo, dev'essere angosciante non poco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Stefi,

      ho letto diverse trame e recensioni del film e credo che nonostante l'aspetto catastrofico, meriti di essere visto come stupefacente accordo tra microcosmo (nella prima parte, Melancholia: la depressione che disintegra l'Io) e macrocosmo (nella seconda parte, il Pianeta Melancholia che disintegra il mondo.

      Il film 'Melancholia' lo definiscono un'opera d'arte, Lars Von Trier ha lavorato sulla propria depressione dando origine a questa bellissima interpretazione artistica della sua malattia in chiave metaforica.


      cinzia

      Elimina
    2. Certo, sarebbe da vedere, se non altro per cultura personale... Anche se, quando guardo un film, cerco qualche momento di evasione, di rilassamento... Mah, ci penserò, magari lo noleggio;-)

      Elimina
  19. ciao! allora il 31 maggio saluteremo l'asteroide che ci passerà "vicino"! continuate a tenerci informate su queste notizie,sono davvero molto importanti,pochissime persone sanno questi argomenti,diciamo che non sono "comuni" come la politica,le ricette culinarie,la barbara d'urso e le squadre sfigate della Maria de Filippi.bisogna allontanarsi dagli argomentidi tutti i giorni,bisogna viaggiare nei labirinti oscuri della mente,all'inizio con la candela,poi si vedrà!
    mi piace la descrizione di Cinzia sul film Melancholia,è infatti notoria la sofferenza del regista per la sua depressione che in molti casi può essere incanalata in opere d'arte come il succitato film.il rapporto con la Natura di una delle due sorelle prima dell' Apocalisse è all'inizio angosciante poi liberatorio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michela, sono davvero contenta che tu apprezzi e segui la rubrica di Cinzia;-) argomenti un po' particolari difficili da seguire, Cinzia dedica un sacco di tempo per informarsi e alla fine lo fa per noi due;-) Ma tempo al tempo! Anche altri si accorgeranno di questa rubrica e la seguiranno!:-))

      Elimina
    2. Ciao Stefi carissima,

      certo che tu hai la capacità di farmi ridere da sola davanti al video del mio computer!!!

      E' molto buffa l'idea che tu e Michela seguite le mie notizie un pò "stralunate"... ma voi siete sulla mia stessa 'lunghezza d'onda' un pò bislacca...ma non preoccupatevi, si può guarire da questa cosa...basta solo tenere i piedi per terra!!!

      Sapete che c'è? ... entro oggi vi segnalerò un'altra 'nasacuriosità'...mi diverto troppo!!!

      Un bacio interstellare tutto per voi.

      cinzia

      Elimina
    3. Mi fa piacere scatenare le tue risa;-)) :-D Attendiamo la nasacuriosità;-)

      Elimina
  20. ............................
    ECLISSI PENOMBRALE
    ............................


    Il 25 Maggio 2013 la Terra si troverà posizionata tra Sole e Luna, perfettamente al centro, allineata in modo da proiettare la sua ombra sulla Luna.

    La Luna non passerà nel disco di ombra della Terra, ma solo nella sua zona di penombra, quindi, per questo si tratterà di un'Eclissi Penombrale.

    E' la seconda eclissi lunare di questo 2013 (la prima, parziale, è avvenuta il 25 Aprile) e sarà visibile dall'Africa, dall'Europa, dalla parte occidentale del continente americano e dall'Asia Orientale.
    Con qualche probabilità, si potrà osservare in alcune parti d'Italia:
    - LIGURIA: Imperia, Savona.
    - PIEMONTE: Asti, Cuneo, Torino, Vercelli.
    - VALLE D'AOSTA: Aosta.
    - SARDEGNA: Cagliari, Nuoro,Oristano, Sassari.
    - SICILIA: Palermo, Trapani, Caltanissetta.

    L'eclissi penombrale comincerà alle ore 03.53UT (04.53 ora italiana) e si concluderà mezz'ora dopo.

    Invidio (in modo positivo) i pochi 'eletti' che riusciranno ad assistere a questo meraviglioso evento (non visibile ad occhio nudo); questo mese di Maggio è veramente pulsante di avvenimenti cosmici (meteore, eclissi solari, lunari, asteroidi in avvicinamento)...

    ...momentaneamente mi eclisso...arrivederci al prossimo passaggio!

    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho trovato il titolo alla mia raccolta di poesia: ECLISSI PENOMBRALE;-)

      Wow! ;-)

      Elimina
    2. Bellissimo!!!

      Elimina
  21. e io essendo sarda,sabato 25 maggio avrei potuto vederla..ma a quell'ora sarò ancora in compagnia di signor Morfeo,sob !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non preoccuparti, Michela, purtroppo non si può osservare ad "occhio nudo".

      Divertiti con il signor Morfeo!!!

      un abbraccio

      cinzia

      Elimina
  22. °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

    LE 5 COSE DA SAPERE PRIMA DI NOVEMBRE 2013

    °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

    A Novembre 2013 ci sarà il passaggio ravvicinato (1,2 milioni di chilometri), della COMETA ISON, dalla superficie del Sole: per la Nasa, questo è l'EVENTO DEL SECOLO!

    Dobbiamo sapere che:

    1) All'inizio del 2013, la sonda della Nasa, "Deep Space" (che ha già seguito a distanza il passaggio di altre due Comete: la Tempel 1, nel 2011 e la Hartley 2, nel 2010), ha scorto una piccola luce nell'orbita di Giove, molto lontana da noi e dal Sole, ma già visibile, nonostante le distanze siderali che ancora ci separano: si tratta della Cometa Ison.

    Se questa Cometa resisterà alle temperature roventi del Sole, dalla Terra potremo osservarla ancora più luminosa della Luna, anche in pieno giorno e con tanto di "coda" al seguito.

    2) La Cometa Ison fu scoperta dai russi Vitali Nevski e Artyom Novichonok con un telescopio dell'International Scientific Optical Network (da qui il nome I.S.O.N.), lo scorso Settembre, vicino a Kislovodsk.

    Avvistata nel cuore della Costellazione del Cancro, colpisce per la sua brillantezza, la sua luminosità (dotata di magnitudine 18,8).

    3) La Cometa si avvicinerà al Sole il 28 Novembre 2013.

    4) Non si ha la sicurezza che la Cometa Ison possa resistere all'incontro ravvicinato con il Sole: le forze di marea (effetti secondari della forza di gravità che distorcono la forma senza alterarne il volume. Per esempio, un corpo celeste sferico diventa ellissoidale) e la radiazione solare sono, solitamente, i responsabili della distruzione delle Comete (come successe, nel 2011, alla Cometa Elenin mentre si avvicinava al Sole, tuttavia, Elenin era una Cometa più piccola).

    5) Se questo passaggio avrà luogo, a metà Gennaio 2014, la Cometa Ison sarà in fase di allontanamento dal Sole, lasciando dietro di sè uno sciame di meteore, che potrebbe avere, come origine, la Costellazione del Leone.


    E' una delle Comete più grandi ed affascinanti della storia ed anche ricca di mistero... forse, collegata a qualche antica profezia...


    ***

    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una sorta di cometa di Halley? Chi se la ricorda? Io benissimo e vederla per giorni nel cielo fu una sensazione stranissima! Interessante, speriamo di vederla! Ma le profezie alle quali ti riferisci, quali sono?

      Elimina
  23. Stefi, mi ricordo benissimo della Cometa di Halley, era il 1986, aveva una bellissima "coda" di gas; anche a me aveva fatto uno strano effetto, guardarla di giorno era emozionante, sembrava ferma, e trasmetteva una sensazione di forza e di mistero.

    Ricordo, anche, di averle assegnato un mio desiderio non facile...e posso felicemente dire che si è avverato!

    Da quanto affermano gli esperti della Nasa, la Cometa di Ison (sempre se non si disintegra nel suo passaggio vicino al Sole) sarà uno spettacolo ineguagliabile, mai visto prima d'ora.

    ***

    Le profezie alle quali mi riferisco sono diverse:

    una è la profezia di Nostradamus, in una sua quartina allude ad una Cometa che dovrebbe nascere nella Costellazione del Cancro (Ison arriva da questa Costellazione) e porterebbe grande distruzione sulla Terra, in particolare a Roma.

    Secondo altre ipotesi, la Cometa Ison potrebbe essere il misterioso Pianeta Nibiru (del quale i Babilonesi parlavano) che rappresenterebbe l'inizio dell'Apocalisse.

    Il passaggio di questa Cometa è messa in relazione anche alla teoria Maya, per i quali l'Apocalisse sarebbe dovuta avvenire il 21/12/2012: un leggero ed inevitabile errore di calcolo, metterebbe in relazione, quindi, il passaggio della Cometa Ison anche alla profezia dei Maya.

    Insomma, Fidanfania, si tratta di attendere e credere in quello che più ci emoziona...da qui a Novembre, avrò modo di farti un 'testone' pieno di mie teorie folli.

    cinzia


    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...Diciamo che ora sono meno tranquilla di prima;-) Le profezie legate a questa cometa in arrivo non sono delle migliori! Gira che ti rigira, sono tutte nefaste! Perdindirindina!!

      Elimina
    2. ...non sono d'accordo... tu conosci il mio ottimismo e la mia credenza nelle teorie quantistiche...

      Elimina
  24. rido molto per l'apprensione di Stefi riguardo alle "tranquille" profezie della Cometa! :-D mi scrivete una piccola storia sul passaggio di una Cometa?voi trovate parole speciali sempre.però Cinzia,non spaventare più la Stefi con Nostradamus :-D

    RispondiElimina

  25. Nel Marzo del 2010, Achille decise di sottoporsi ad una seduta di ipnosi regressiva con il famoso psichiatra americano, Brian Weiss, per avere informazioni sulle sue vite precedenti.

    L'uomo credeva fermamente nella reincarnazione e voleva scoprire se, tramite l'ipnosi, sarebbe riuscito a conoscere i suoi stessi 'segreti'.

    Durante l'ipnosi, Achille, completamente rilassato, raccontò in modo molto chiaro le sue vite precedenti.

    Era stato un insegnante di filosofia, poi sarto, vetraio ed ancora sceneggiatore.

    In particolare, parlò in modo dettagliato di una vita, nella quale era stato scultore e pittore.

    Era il 1301, stava realizzando, con la tecnica dell'affresco, "L'Adorazione dei Magi" nella Cappella degli Scrovegni a Padova: Achille racconta di essere stato molto colpito dal passaggio della Cometa di Halley, ne trasse talmente tanta ispirazione che la raffigurò nell'affresco della natività che stava effettuando.

    Fu il primo pittore che attuò realisticamente una Cometa; per questo, Halley è rimasta speciale, nota ed ispiratrice di grandi pensieri, "musa" misteriosa, una bella signora dalla chioma lucente che incanta gli occhi dei terrestri ad ogni suo passaggio.

    ...Achille disse anche che il pittore si chiamava Giotto!...

    Ecco, Michela, questa storia è per te.

    una scia di saluti vaganti nello spazio tutti per te.

    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa storia è una vera chicca;-) brava, fidanzacinzia!!

      Elimina
  26. ....ooooo0000OOOOO NASAEMOZIONI OOOOO0000ooooo


    Ora, nel sito della Nasa si possono trovare nuove applicazioni per noi terrestri con la mente proiettata verso lo spazio:

    - ci si può collegare "LIVE" all'interno della International Space Station (ISS, il laboratorio spaziale orbitante intorno alla Terra, con equipaggio a bordo) per osservare le attività degli astronauti ed ascoltare quello che si dicono.
    http://spacestationlive.nasa.gov/timeline/

    - si può, inoltre, essere avvertiti con una mail quando la ISS sarà visibile nel cielo in un'area geografica richiesta inserendo le proprie coordinate sul sito Nasa cercando alla pagina SPOT THE STATION.

    - si può esplorare il Cosmo tramite computer attraverso il sito Nasa alla pagina EYES on the SOLAR SYSTEM: un fantastico viaggio tridimensionale nel Sistema Solare, esplorandone gli estremi confini, visitare Marte e scoprire Venere.

    - infine, si può scaricare in formato MP3 e M4R (ottimi per le suonerie) i suoni dallo spazio, sul sito Nasa alla pagina: Connect & Collaborate with Nasa e poi Nasa Sounds.

    ***

    Buon divertimento!!!

    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non so nemmeno usare l'Iphone:-\ quindi la vedo dura:-D

      Elimina
  27. avevo chiesto una piccola storia inventata ma hai scritto una piccola opera d'arte,davvero molto graziosa.
    sono troppo troppo inesperta su questo argomento ma sono anche interessata,quindi faccio questa domanda:secondo voi la cometa che seguirono i re Magi che cosa rappresentava o cos'era?e a proposito del sito della nasa ora provo a "visitarlo",vediamo..

    RispondiElimina


  28. ...la religione...argomento molto nebuloso...ci sono diverse interpretazioni circa la cometa che seguirono i Magi.

    E' un discorso molto lungo, mi scuso, ma non so riassumerlo più di così.

    Intanto ci si potrebbe chiedere chi fossero questi Magi: forse eruditi, sacerdoti di alto rango del tempo.

    Infatti, in ogni cultura antica, un professionista religioso sa leggere ed interpretare i "segni" nel cielo: i loro doni preziosi confermano il loro alto livello sociale ed anche il lungo viaggio che intrapresero,a dorso di cammello, impiegando tre o quattro settimane.

    Dunque, si può dire che ciò che guidò i Magi fu un fenomeno molto importante e visibile per qualche settimana tanto da convincerli a partire.

    Doveva essere un fenomeno comprensibile solo a pochi, se Erode (nel Vangelo di Matteo 2:1-12) dovette consultarsi, in segreto, con i Magi per farsi spiegare cosa avevano visto in cielo da spingerli ad intraprendere quel viaggio tanto impegnativo.

    Evidentemente, il fenomeno non poteva essere una Stella Cometa, nè un'aurora boreale (avviene a Nord e quindi non sarebbe potuta venire da Oriente, come dice il Vangelo).

    Forse una Supernova (esplosione di una stella di grande massa, dieci volte il nostro Sole)?

    Ipotesi interessante, questo fenomeno apparirebbe come una "nuova" stella visibile in cielo, che si muove come le altre, nel cielo, attorno alla stella Polare.

    Ma, non cambia posizione, notte dopo notte, quindi non poteva precedere i Magi.

    Allora, i Magi potrebbero essere stati guidati da un'apparente "congiunzione planetaria", avvenuta a quell'epoca in cielo.

    Due o più pianeti nel loro movimento apparente possono sembrare avvicinarsi anche moltissimo fra loro, ma è solo un effetto prospettico, dal nostro punto di vista della Terra.

    Alla fine dell'8 a.C. Giove e Saturno si avvicinano (visibili in cielo ad Oriente), alla fine dell'anno si avvicina anche Marte; i tre pianeti rimasero vicini fino al 6 a.C., poi si allontanarono e la "congiunzione" finì.

    Il tutto avvenne sempre nella Costellazione dei Pesci.

    Questo evento (non raro astronomicamente, ma rarissimo "umanamente") poteva essere osservato da tutti, ma solo pochi astronomi-astrologi potevano interpretarlo: Giove simbolo della "Regalità" e della "Divinità", Saturno simbolo della "Giustizia", la Costellazione dei Pesci simbolo della Casa di Davide, quindi di Israele.

    L'interpretazione poteva, quindi, essere: un nuovo Re di giustizia sta nascendo in Israele.


    ...però niente è certezza.

    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maremma ostroghevole! Cinzia, ma come cavolo fai a sapere tutte queste cose??? Sei un pozzo di scienza!! :-)

      Elimina
  29. dire che mi stupisce sempre più è dir poco.E' pure un argomento difficilissimo,assolutamente non per tutti.non posso far altro che "ascoltare" con ammirazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero, Michela! Cinzia è bravissima a gestire questa rubrica difficilissima! E' vero anche che non è per tutti;-) ma sicuramente io e te saremo il suo pubblico fisso;-)

      Elimina
  30. Non fatemi i complimenti, per cosa poi? Non sono io che invento queste cose, mi piace spropositatamente leggere e sono oltremodo curiosa, quindi mi addentro in moltissimi argomenti per il piacere di scoprire cose che non so, tutto qui, poi mi piace moltissimo scrivere (a modo mio) e quindi ecco che riporto quello che altri sperimentano, inventano, studiano, svelano, propongono, risolvono e divulgano molto generosamente.

    Detto questo, sono felice che i miei inserimenti vi appassionino, perchè, credetemi, quando io propongo qualcosa sono sinceramente coinvolta mentre scrivo, sono cose che mi emozionano profondamente.

    Inoltre, credo che questi argomenti siano per tutti, solo che, molte volte, non si ha il tempo per rispondere; la cosa importante è leggere certe cose, perchè aiutano a stimolare la mente, del resto, questo Blog ha principalmente questa "magia" impostata da te, Stefania, grazie.


    un abbraccio mentale.

    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di sicuro, cara Cinzia, il tuo modo di scrivere e di proporre certi argomenti, è per tutti e questa è una grande dote;-)
      Quindi continua così, ma non ci dici niente del palermitano che è partito per una missione di sei mesi nello Spazio? Che ci va a fare??? Vogliamo sapere!

      Elimina
  31. OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

    L'ITALIANO ORBITANTE

    oooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo


    Il 28 Maggio 2013 alle ore 22,31 (ora italiana) è iniziata la missione Expedition 36/37 formata da Karen Nyberg (astronauta della Nasa), Fyodor Yurchikhin (comandante e cosmonauta dell'Agenzia Spaziale Federale Russa) e Luca Parmitano (astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea: ESA).

    A bordo della navetta russa SOYUZ, i tre astronauti hanno raggiunto la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) dopo sei ore dal lancio.

    (Ricordate? La ISS è una stazione spaziale orbitante intorno alla Terra, a 400 chilometri dalla superficie terrestre; è un laboratorio di ricerca a disposizione dell'industria terrestre.
    Per chi volesse saperne di più, avevo comunicato qualche dettaglio in più in un post precedente, più sopra)

    Attualmente, la stazione orbitante ospita sei astronauti che opereranno insieme fino a Settembre 2013, poi, tre di loro (Pavel Vinogradov, il comandante, Chris Cassidy ed Alexander Misurkin, ingegneri di volo) faranno rientro sulla Terra ed altri tre nuovi astronauti raggiungeranno la ISS.

    Mentre, per gli astronauti Parmitano, Yurchikhin e Nyberg, il rientro sulla Terra è previsto per metà Novembre 2013.

    Durante questi cinque mesi e mezzo, gli astronauti hanno in programma di condurre diverse "passeggiate" spaziali per preparare il complesso d'installazione del Laboratorio Russo che verrà installato prossimamente sulla ISS ed una "passeggiata" spaziale prevista per il 9 Novembre 2013 per portare fuori, nello spazio, la torcia olimpica.

    Inoltre, il gruppo di astronauti condurrà moltissimi esperimenti tecnologici e scientifici.
    Tra questi, uno permetterà di aumentare le conoscenze generali sull'osteoporosi; un altro sullo sviluppo e la crescita delle piante, permetterà di ottenere colture più efficienti sulla Terra ed inoltre sperimenterà la coltivazione nello spazio per futuri equipaggi umani; un altro ancora, studierà il comportamento del fuoco nello spazio, per arrivare a generare nuovi motori a combustione più puliti di quelli attuali per il nostro Pianeta.

    In Giugno 2013, sulla ISS approderà un veicolo cargo europeo per il rifornimento di viveri; in Luglio 2013 ne approderà uno russo ed in Agosto 2013 uno giapponese, sempre per rifornimento di viveri.

    °°°

    Il Maggiore LUCA PARMITANO, 36 anni, è un pilota sperimentatore collaudatore dell'Areonautica Militare ed astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA).

    E' il primo della nuova generazione di astronauti ad essere stato assegnato ad una missione sulla ISS.

    Sarà il protagonista di due delle "passeggiate" spaziali previste, si occuperà anche di importanti lavori di manutenzione sull'esterno della ISS.

    Luca ha portato con sè, indossandola, la cuffia di nuoto della medaglia d'oro alle paraolimpiadi di Londra 2012, Cecilia Camellini, come simbolo di forza, tenacia e volontà, elementi indispensabili per raggiungere un obiettivo.

    Grande Luca!!! La sua felicità all'ingresso sulla ISS era veramente "COSMICA"...che emozione!!!

    Se volete conoscere il racconto "in diretta" di questi prossimi sei mesi che Luca Parmitano trascorrerà sulla ISS, insieme agli altri astronauti, potete seguirlo su Twitter, rintracciabile come "@astro_luca" e su Facebook nella sua pagina ufficiale "Luca Parmitano".

    Ha anche un blog personale che dovrebbe riuscire a tenere aggiornato, in qualche modo...qualche volta, potrebbe passare di qui per un saluto "ISSspaziale"!!!


    °°°

    ...ai prossimi segnali orbitanti, vi informerò subito!

    °°°cinzia°°°

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto ancora ridendo per la mia storditaggine galoppante;-) avevo sentito questa notizia alla tv e per una strana associazione di suoni, la mia mente aveva registrato che l'astronauta era palermitano e invece si chiama Parmitano :-\
      Non sono più affidabile;-)
      Meno male che c'è Cinzia che chiarisce tutto e con un'esposizione quadrata, ma anche un po' tonda;-), ci spiega tutto per filo e per segno;-)
      Ma come sarà la vita nella navicella? La vita quotidiana, intendo...

      Elimina
    2. - 1° Parte -

      Sulla ISS, a gravità zero, qualsiasi operazione quotidiana diventa un pò più elaborata rispetto a quelle fatte sulla Terra: fluttuando tutto per aria, occorre fare molta più attenzione ad ogni movimento e seguire specifiche istruzioni per non causare danni alla Stazione Spaziale e, di conseguenza, a sé stessi.

      La giornata inizia alle 06.00 del mattino (ora di Greenwich), prevede 8 ore piene di lavoro, oltre ad un paio d'ore di attività fisica obbligatoria (tapis roulant e sollevamento pesi) per prevenire la perdita di massa muscolare in orbita.

      L'acqua corrente non è presente perchè fluttuerebbe nell'aria uscendo dal rubinetto: quindi, è suddivisa in piccole porzioni racchiuse dentro buste di plastica che, premendole, erogano l'acqua in quantità necessaria da utilizzare.

      - PULIZIA PERSONALE -
      Non esistono, dunque, docce o rubinetti con acqua corrente, l'igiene personale consiste nell'utilizzo di salviettine detergenti, oppure, da una speciale soluzione detergente che produce pochissima schiuma: si preme la busta di plastica, si agguanta la goccia di soluzione che fluttua a mezz'aria e la si usa per lavarsi.
      Ci si asciuga con un asciugamano che viene poi steso per permettere all'umidità di evaporare ed essere recuperata dal sistema di deumidificazione di bordo.

      - LAVARSI I DENTI -
      Ci si spazzola i denti con spazzolino e dentifricio, poi, si preme una grossa goccia d'acqua da una busta di plastica che comincia a fluttuare nell'aria, si prende con la mano e la si ingoia insieme al dentifricio, senza sputare nulla!

      - PIANGERE -
      Anche le lacrime non scendono sul viso ma gli rimangono aderenti, formando una bolla sempre più grande che si sposta in altre parti del viso senza staccarsi, rimane mobile fino a che non la si rimuove con un panno.

      - BISOGNI FISIOLOGICI -
      I bagni della ISS sono provvisti di speciali "aspiratori" che vengono utilizzati dagli astronauti quando hanno necessità di soddisfare i loro bisogni fisiologici, nessun liquido deve sfuggire al controllo!

      - MANICURE -
      Le unghie vanno tagliate vicino alla grata di ventilazione del bagno della ISS, così rimangono, in aspirazione, sul filtro senza disperdersi nell'aria con il pericolo di essere inalate o finire negli occhi di qualcuno.

      - BARBA E BAFFI -
      La rasatura va fatta con molta cautela, affinchè i peli non fluttuino per la ISS, rischiando di infilarsi nei computers od inalati da qualche collega.
      Si usa una crema da barba speciale, "Astro Edge", che trattiene la peluria, mentre il rasoio è normale: la barba ed i baffi lunghi, invece, richiedono un trattamento più particolare, infatti, si usa un rasoio "aspirante".

      - SPUNTINI -
      Al posto del pane, che fa molte briciole e galleggerebbero intorno, è meglio consumare tortillas, meno friabili, spalmate con burro di arachidi e miele in bustine.

      Oppure , si aggancia il tappo di una busta di spinaci disidratata all'apposito macchinario erogatore di acqua calda e se ne aggiunge una piccola quantità, si massaggia il sacchetto, poi si apre e si mangia con il cucchiaio.

      - PALESTRA SPAZIALE -
      Per bruciare calorie e per mantenere il corpo allenato anche in assenza di gravità e prevenire il decadimento muscolare, bisogna fare esercizio giornaliero.
      Sulla ISS c'è un tapis roulant con speciali cinghie per mantenere l'astronauta attaccato alla superficie e c'è anche uno speciale dispositivo che allena la resistenza e funziona come una speciale macchina per il sollevamento pesi.


      Elimina

    3. - 2° Parte -

      - RIPOSO -
      Con 16 tramonti ed albe ogni 24 ore, non è facile capire quando è il momento di andare a dormire, ma, gli astronauti seguono un programma giornaliero molto preciso che prevede un riposo di 8 ore dopo una giornata di lavoro.
      Ogni astronauta ha una cuccetta privata, non servono materassi nè cuscini, in assenza di gravità ci si sistema in un sacco a pelo appeso alla parete (tanto non esiste sopra nè sotto, sdraiato od in piedi), le cabine sono piccole, insonorizzate, ognuna dotata di un pc portatile e ben areate per contrastare la bolla di anidride carbonica che si forma e staziona (con la microgravità) in corrispondenza del volto degli astronauti.



      °°°ooo000 cinzia liquida fluttuante 000ooo°°°


      Elimina
    4. Senti, dopo aver letto tutto questo, credo che rifiuterò la proposta di andare sulla Luna;-)

      Elimina
  32. La vita nella navicella sarà un po' claustrofobica?a tratti mi tornano in mente le scene del film Alien ma non fateci caso,oggi sono semplicemente un po' sopra le righe,un po' accelerata,partiamo a farci un viaggio sulla Luna,così recupero il senno che è dentro le ampolle ;-) rido perchè immagino Stefi che pensa "ma cosa sta scrivendo questa?" :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che ti ci vedo come astronauta? Ma ci sono state astronaute italiane? Dobbiamo chiedere a Cinzia;-) Ti ci vedo dentro la navicella, a filosofeggiare sullo Spazio cosmico, le Stelle, mentre osservi la Terra da fuori :-OOO
      Senti, però non puoi mica lanciare il sasso e nascondere la mano! Ora ci devi spiegare perché oggi sei accelerata che tra l'altro, non so nemmeno cosa voglia dire in questo caso;-)

      Elimina
    2. Mia Stellarfania curiosissima, allora...

      - La prima donna astronauta sovietica fu Valentina Vladimirovna Tereskova, nel Giugno 1963 si lanciò a bordo del Vostok 6.

      - La prima astronauta donna americana fu Sally Ride, volò nello spazio nel 1983.

      - La prima taikonauta (termine occidentale per identificare un astronauta cinese) donna cinese fu Liu Yang, volò nello spazio nel Luglio 2012.

      - La prima astronauta donna italiana (milanese) è Samantha Cristoforetti che andrà in orbita nel Novembre 2014 per una missione di sei mesi a bordo della ISS.


      cinzia

      Elimina
    3. Non poteva che essere milanese, neh;-)

      Elimina
  33. Buonasera,
    a proposito di viaggi spaziali,se non è troppo tecnico, sai darmi notizie di un certo esperimento che la NASA starebbe conducendo a proposito di motori a curvatura spaziale?
    Solo NASAnotizie però , le altre non mi interessano.


    http://imageshack.us/a/img11/2417/voyagerhu.jpg

    Saluti
    Daniele

    RispondiElimina
  34. E' da tempo che la Nasa sta elaborando esperimenti di laboratorio riguardanti i motori a curvatura spaziale che permetterebbero voli spaziali interstellari allo scopo di superare la velocità della Luce.

    Si è arrivati ad un punto in cui si conosce cosa si può fare e cosa non si può fare, ma non si sa, con certezza, se è possibile un viaggio ad una velocità superiore a quella della Luce.

    Da quando la barriera del Suono è stata rotta, ci si chiese perchè non si potesse rompere anche la barriera della Luce e quale fosse la differenza.

    E' troppo prematuro per stabilire se si possa oltrepassare la velocità della Luce, ma una cosa è certa: è una situazione completamente diversa rispetto alla rottura della barriera del Suono.

    La barriera del Suono fu rotta da un oggetto che era fatto di Materia, non da Suono.

    Gli atomi e le molecole che formano la materia sono connessi tra loro da campi elettromagnetici, la stessa cosa di cui è fatta la Luce.

    Quindi, nel caso della barriera della velocità della Luce, la cosa che cerca di rompere questa barriera è costituita dalla stessa materia di cui è composta la barriera stessa.

    Come può, un oggetto, viaggiare più veloce di ciò che lega insieme i suoi atomi?

    Nel 1994, fu ipotizzato, dal fisico messicano Miguel Alcubierre, di modificare la struttura spazio-tempo attraverso un'altissima concentrazione di energia, superando così la velocità della Luce, ideando un motore a curvatura per superare la velocità della Luce, ma si calcolò che un motore di quel tipo avrebbe avuto bisogno di una quantità di energia esagerata, improponibile.

    Non si sa ancora quale tipo di energia bisognerà generare per distorcere lo spazio-tempo e fare entrare l'astronave in curvatura.

    Dal 1996 la Nasa ha supportato il progetto "Breakthrough Propulsion Physics", ma, ad oggi, non si può ancora sapere quando si potranno avere i primi risultati.


    Questo, è tutto ciò che sono riuscita a trovare sul sito della Nasa (ho sintetizzato moltissimo), in ogni caso, tu volevi sapere se c'era qualche novità e la risposta è certamente: nessuna, per il momento.

    Mi scuso se sono stata un pò confusionaria, non completamente precisa e non abbastanza approfondita, ma è un argomento molto particolare e ho tralasciato tutta la parte tecnica.

    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio tantissimo,
      sei riuscita a spiegare in maniera chiara e semplice concetti complicatissimi...sei un insegnante?
      Sono sempre stato appassionato di viaggi spaziali e fantascenza,io ci andrei subito in una navicella spaziale verso Marte o Europa...mi basterebbe anche una passeggiata fuori dalla iss.

      Saluti
      Daniele

      Elimina
    2. Sono sinceramente contenta che ti siano bastate le poche considerazioni da me fatte; non sono insegnante, sono solo un'apprendista curiosa e mi piace molto informarmi su cose che non so...quindi su tutto!!!

      cinzia

      Elimina
  35. Hey qui si latita,
    so che sono stati scoperti due pianeti silmili alla terra.
    La notizia è dello scorso 18 aprile,ma mi chiedo se anche la vi siano esseri viventi dotati di anime o qualcosa di simile....chissa se c'è un modo per comunicare con loro.
    O forse lo stiamo già facendo.


    http://www.corriere.it/scienze/13_aprile_18/scoperti-pianeti-terra_b557e978-a84a-11e2-96ed-0ed8c4083cbe.shtml
    Saluti
    Daniele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come, Lupo, non lo sai che fidanzacinzia è l'inviata speciale da uno di questi due pianeti??? Non ho capito quale, ogni tanto è confusa quando si spiega;-)

      Elimina

    2. Buongiorno miei compagni spaziali!!!

      Vi ringrazio moltissimo dell'aiuto che mi state dimostrando, in effetti, mi sono assentata per un brevissimo periodo, sono stata molto impegnata a collaborare con un'equipe di cosmoastrali impegnati nel rilevamento di segnali misteriosi lungo la frequenza vibrazionale delle Pleiadi.

      Comunque!

      '°°°'

      .......SCOPERTI DUE NUOVI SISTEMI PLANETARI......



      La missione Kepler, sonda della Nasa, ha scoperto due nuovi sistemi planetari che includono tre pianeti di misure superiori alla Terra nella "zona abitabile" (il 'range' di distanza da una stella, affinchè la temperatura ambientale di un pianeta orbitante può essere adatta a mantenere l'acqua allo stato liquido, quindi, adatto alla vita).

      - Il 1° sistema è Kepler-62, un sistema di 5 pianeti extrasolari (62b, 62c, 62d, 62e e 62f) nati intorno alla Stella Kepler-62 che corrisponde al nostro Sole.

      Kepler-62e orbita sul limite interno della zona abitabile ed è più o meno il 60% più grande rispetto alla Terra.

      Kepler-62f è solo il 40% più grande della Terra, è l'esoplaneta (pianeta extrasolare che non appartiene al nostro sistema solare e che orbita intorno ad una stella diversa dal Sole) più vicino alla misura del nostro pianeta, probabilmente ha una composizione rocciosa, ma ancora non si sa niente di più preciso.


      - Il 2° sistema è Kepler-69, un sistema di 2 pianeti extrasolari (69b e 69c) che orbitano intorno ad una stella simile al nostro Sole.

      Kepler-69c è il 70% più grande della Terra, gli astronomi sono incerti sulla sua composizione, ma la sua orbita di 242 giorni attorno ad una stella simile al Sole assomiglia a quella del nostro vicino pianeta Venere.

      Gli scienziati non sanno se la vita potrebbe esistere sui pianeti scoperti, ma i loro segnali di rilevamento sono un altro passo avanti verso la ricerca di un mondo simile alla Terra intorno ad una stella simile al nostro Sole.

      '°°°'

      un saluto esoplanetario.

      cinzia




      Elimina
  36. http://www.milanotoday.it/cronaca/super-luna-23-giugno-2013.html

    Luna rosa??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, alcuni la chiamano luna rossa.
      Lo vista qualche tempo fa,non mi ricordo quando,ma ricordo che era enorme e rossastra.

      Elimina

  37. °°°°°°°°°°°°°°°°°°°S.U.P.E.R.M.O.O.N................


    Domenica 23 Giugno 2013 sarà notte di Plenilunio; inoltre, la Luna sarà alla sua minima distanza dalla Terra, per effetto del Perigeo, dunque, si potrà osservare la Luna più grande del solito (10% più grande del normale), di colore rosa/rosso e molto brillante.

    La Luna apparirà 'rossastra' perchè la luce solare, attraversando l'atmosfera, subisce una rifrazione e durante l'eclissi, la Luna non viene illuminata direttamente dal Sole, ma ne riceve solo i raggi rifratti provenienti dall'atmosfera che hanno una tonalità rossa.

    L'evento sarà visibile ad occhio nudo, ma è consigliabile l'uso di appositi filtri per proteggere la vista.

    °°°

    Sai, Lupo70, la Luna che hai visto tu è quella risalente a Maggio 2012; ogni anno è visibile questo effetto ottico.

    °°°


    Supermoon a tutti!!!

    cinzia


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavolo, plenilunio e luna rossa... Di solito al plenilunio "ululo" ;-) non oso pensare cosa io possa fare in aggiunta se c'è la luna rossa e oltretutto nei paraggi del solstizio d'estate!
      Vi saprò dire;-)

      Elimina
  38. |°|°|°|°|°|°|°MARTE IN PERICOLO°|°|°|°|°|°|°|

    ***

    All'inizio di Gennaio 2013 è stata scoperta la Cometa 2013 A1 dall'astronomo scozzese/australiano Robert H.McNaught, prolifico scopritore di asteroidi e comete (ne ha scoperte 81!, ma anche 68 supernove e 3 nove); questa nuova Cometa proviene dalla lontana nube di Oort e con un viaggio lungo un milione di anni arriverà a sfiorare Marte il 19 Ottobre 2014.

    Gli scienziati monitorano continuamente l'orbita di questa Cometa per capire a che distanza passerà dal Pianeta Rosso con sempre maggiore precisione.

    Le ultime osservazioni risalgono al 12 Aprile 2013, queste hanno permesso di stabilire che la Cometa 2013 A1
    passerà ad una distanza di 110.000 chilometri da Marte.

    I nuovi calcoli fatti dagli scienziati, riducono la possibilità di un ipotetico impatto con Marte, con una probabilità di 1 a 120.000.

    Nel suo momento di massimo avvicinamento, la Cometa transiterà dalla parte di Marte illuminata dal Sole.

    La Cometa, purtroppo, non sarà così luminosa da poter essere osservata dalla Terra ad occhio nudo.

    ***

    Questo 2013 è veramente un anno produttivo di eventi astronomici molto importanti... magnifico Universo!!!

    ***

    cinzia


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va beh, con tutto l'amore per Marte che tra l'altro è un pianeta che quando ti entra nel segno ti porta un sacco di rotture di balle;-) mi preoccuperei di più se l'impatto fosse con la Terra;-)

      Elimina
  39. ******** M.A.R.G.H.E.R.I.T.A. tra le sue stelle ******

    ***
    MARGHERITA HACK
    (Firenze 12 giugno 19222 - Trieste 29 giugno 2013)
    ***


    Era l'astrofisica italiana più importante, prima donna a dirigere un osservatorio astronomico in Italia (a Trieste), ha dato un importante contributo alla ricerca per lo studio e la classificazione spettrale di molte stelle, una vita al servizio della scienza e della cultura, in prima linea anche in campo politico e sociale a difesa delle parità in genere.

    ***

    Mi è sempre piaciuta Margherita Hack, l'ho sempre ascoltata con grandissimo interesse perchè sapeva raccontare dell'Universo come fosse il suo giardino, sapeva trasmettere il suo entusiasmo spiegando ogni cosa in modo semplice ma allo stesso tempo professionale.

    Possedeva una dote magnifica: l'umiltà, unita ad una saggezza interiore che si manifestavano in modo naturale, facevano parte della sua personalità, il suo sorriso aperto era già un invito ad entrare, con fiducia, nel suo "mondo" cosmico.

    Una mente tanto grande che avrebbe voluto capire ogni mistero dell'Universo con la curiosità semplice e lo stupore di un'anima mantenuta giovane e pura proprio attraverso la passione di un'intera vita che l'ha ricambiata con generosità, gratificandola enormemente.


    Margherita Hack, un meraviglioso regalo per la Terra, un dono inestimabile il suo pensiero, un ringraziamento 'cosmico' per essere stata tra di noi.


    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bel ritratto, brava!:-)Non può restare nascosto qui;-)

      Elimina


  40. ********COMETA I.S.O.N. IN AVVICINAMENTO*************


    Precedentemente, vi ho parlato della Cometa di Ison che, a fine Novembre 2013, effettuerà il suo passaggio ravvicinato (1,2 milioni di chilometri) dalla superficie del Sole.

    Per la Nasa rappresenterà l'EVENTO DEL SECOLO!!!

    Moltissimi telescopi spaziali sono puntati su di Lei: l'8 Maggio 2013, il telescopio Hubble ha ripreso la Cometa Ison in un filmato compresso di 5 secondi (un concentrato di una sequenza di 45 minuti) nei quali, Ison ha percorso una traiettoria di 34.000 miglia alla velocità di 76.800 chilometri orari, attraversando l'area di spazio tra Marte e Giove ( a 403 milioni di miglia di distanza dalla Terra).

    Il 2 Luglio 2013, la Nasa ha inserito sul canale di Youtube un video di questo spettacolare momento, l'immagine risulta di una colorazione blu intensa a causa dei vari filtri utilizzati, al fine di rendere la visione ancora più nitida.

    La sua "chioma" luminosa è già ben più lunga rispetto al mese precedente, e continuerà ad aumentare avvicinandosi al 'cuore' del nostro Sistema Solare.

    A fine Novembre 2013, questa scenografica Cometa orbiterà nei nostri cieli, creando molto scompiglio sulla Terra..........


    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow, sono curiosa!! Attendo Novembre... Sarà a causa di questo passaggio che sono annunciati dagli astrologi cambiamenti importanti tra ottobre e novembre?

      Elimina


  41. ************PRIMO ITALIANO EXTRA-VEICOLANTE***********


    In uno dei post precedenti, vi avevo parlato della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), che orbita intorno alla Terra, a 400 chilometri dalla superficie terrestre, un laboratorio di ricerca a disposizione dell'industria terrestre; attualmente, a bordo, ospita 6 astronauti.

    Luca Parmitano (italiano, pilota sperimentatore collaudatore dell'Aeronautica Militare ed astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea - ESA) vi era arrivato il 29 Maggio scorso, dopo un viaggio di quasi 6 ore a bordo di una navetta russa Soyuz di nuova generazione, partita dal Kazakhstan.

    Ebbene, oggi Martedì 09 Luglio 2013, alle ore 14,30, Luca Parmitano ha effettuato la sua prima attività extra-veicolare, la prima in assoluto per un astronauta italiano, in compagnia del collega americano Chris Cassidy.

    L'attività consiste nell'effettuare complesse operazioni di manutenzione della stazione per le quali si è allenato per molti mesi in gigantesche piscine.

    La "passeggiata" è durata quasi otto ore, uno sforzo enorme di concentrazione e di abilità, non è certo semplice impugnare attrezzi e lavorare con guanti a 12 strati e con un visore sul casco che non sempre permette una visibilità perfetta.

    I due astronauti hanno indossato tute speciali, che sono come piccoli veicoli spaziali, con un motore, un sistema per il supporto vitale ed attrezzi agganciati per eseguire i vari compiti stabiliti.

    La tuta serve per proteggersi dalle temperature estreme dello spazio che variano da -100° ad oltre 100°.

    A metà Luglio 2013, Luca Parmitano, il nostro "italiano orbitante" effettuerà una seconda escursione nello spazio.

    Un grandissimo onore, grazie Luca per le emozioni che ci regali con tanto entusiasmo e spontaneità!!!

    Grande felicità in ogni tuo giorno!


    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutta la mia stima. Ma come cavolo fa???

      Elimina

    2. Solo le PASSIONI fanno andare IN O.R.B.I.T.A.!!!

      cinzia

      Elimina
    3. E'vero! Se c'è la passione, si muovono le montagne!! E le stelle!! Persino i buchi neri!!!

      Elimina

  42. *******MISTERIOSI SEGNALI DALLO SPAZIO*******


    Un gruppo di astronomi, insieme ad un team appartenente al Laboratorio Jet Propulsion della Nasa in Pasadena, hanno rilevato la prima popolazione di scoppi radiofonici provenienti da galassie al di fuori della nostra Via Lattea.

    Le fonti di questi segnali sono sconosciute, probabilmente, sono eventi catastrofici, come ad esempio la fusione o l'esplosione di stelle.

    Uno scoppio radio è un rapido aumento di luce da un punto dell'Universo, fatto di lunghezze d'onda più lunghe nella porzione radio dello spettro luminoso.

    Un SINGOLO scoppio radio fu rilevato 6 anni fa circa, ma le ricerche non furono esaurienti per capire se provenisse dall'interno o dall'esterno della nostra galassia.

    Il nuovo rilevamento scoppio-radio (4 in tutto) proviene da miliardi di anni luce di distanza, confermando la validità del fenomeno.

    La scoperta, descritta il 4 Luglio 2013 sul giornale Science, è frutto di un team internazionale che ha utilizzato L'Osservatorio Parkes, in Australia.

    Questi brevi scoppi radio durano pochi millesimi di secondo e quello più lontano rilevato è stato di 11 miliardi di anni luce di distanza.

    I risultati aprono la porta per studiare una nuova classe di 'eventi cosmici eruttivi' e può aiutare molto con i misteri della cosmologia, per esempio, sulla natura della materia nell'Universo.

    Per il momento, ciò che sta provocando il rilascio delle onde radio è sconosciuto.

    Alcune teorie ipotizzano collisioni di stelle di neutroni o di buchi neri, evaporazione di buchi neri ed esplosioni stellari (supernove).

    Ma i nuovi dati non si adattano completamente con uno di questi scenari, lasciando gli scienziati perplessi...

    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se penso a tutte queste cose, difficilmente comprensibili per me, mi viene una certa ansia "Da ignoto" :-\

      Elimina
  43. ***PASSEGGIATA SPAZIALE BAGNATA, PASSEGGIATA SPAZIALE FORTUNATA***


    Martedì 16 Luglio 2013, poco più di un'ora dopo l'inizio della seconda passeggiata extraveicolare fuori dalla ISS, l'astronauta Luca Parmitano ha riferito che dell'acqua galleggiava all'interno del suo casco.

    L'acqua non era un pericolo immediato per la salute di Parmitano, ma il centro controllo della missione ha deciso di terminare la passeggiata spaziale prima del previsto, sia per Luca Parmitano che per Chris Cassidy.

    Cassidy ha curato tutte le procedure di rientro, prima di tornare in camera di compensazione.

    Ufficialmente, la passeggiata spaziale ha avuto una durata di 1 ora e 32 minuti.(erano previste oltre 6 ore di lavoro)

    I due astronauti avevano stabilito di completare una serie di compiti per preparare l'arrivo di un nuovo modulo di laboratorio polifunzionale russo, previsto per la fine di quest'anno, sostituire una videocamera, spostare delle apparecchiature e risolvere altri problemi.

    Nessuno di questi compiti è urgente, l'equipaggio e la stazione non sono in pericolo; il centro controllo della missione cercherà di capire quando si potrà completare l'operazione rimasta in sospeso.

    Sulla Nasa TV, a pomeriggio inoltrato, ha avuto luogo una conferenza "post-passeggiata spaziale" per spiegare nel dettaglio l'operazione e rassicurare delle perfette condizioni di salute dei due astronauti.

    Luca Parmitano ha rischiato molto in questa uscita extraveicolare, ma è straordinariamente fortunato grazie al suo sorriso positivo che nessun contrattempo osa levargli.

    Luca, siamo tutti con te; da quaggiù, facciamo salti di felicità, pensando al nostro ITALIANO ORBITANTE!!!


    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia, che uomo tosto!!! Certo è che non vorrei essere nei panni della sua compagna :-\

      Elimina

  44. °°°°°°°ASTEROIDE 2003 DZ15 IN AVVICINAMENTO°°°°°°°


    Il 29 Luglio 2013, l'Asteroide 2003 DZ15 passerà vicino alla Terra; si tratta di un Asteroide piuttosto voluminoso, con un diametro di 153 metri, che transiterà ad una distanza di 2,7 milioni di chilometri dalla Terra.

    L'evento non desta preoccupazione da parte della Nasa, anzi, è un'ulteriore occasione (abbastanza consueta in questo 2013) per studiare da vicino una roccia spaziale.

    Contemporaneamente a questo, la notte del 29 Luglio 2013 dovrebbe essere particolarmente ricca di stelle cadenti, denominate Acquaridi, che ogni anno inizia dal 12 Luglio fino al 23 Agosto.

    I due eventi potranno essere visibili ad occhio nudo; naturalmente, in un luogo lontano da inquinamento luminoso.

    Inoltre, la Nasa trasmetterà, in diretta, i due spettacolari accadimenti astronomici: uno streaming in tempo reale sul proprio sito web, visibile già dal 28 Luglio 2013.


    Splendido!!!

    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wowwwwwwwwwwwwwwwwwww, me lo devo segnare in agenda:-))))29 luglio: stelle cadenti on line:-OOO

      Elimina
  45. http://www.filosofiaelogos.it/News/Conferme-Dr-Greer-Bombe-su-Ison-%C3%88-Nave-Madre.html

    Che ne pensi?

    RispondiElimina
  46. Steven Greer è un ex medico di pronto Soccorso che ha fondato, nel 1990, il Centro per lo Studio di Intelligenza Extraterrestre (CSETI) , senza scopo di lucro.

    Nel 1993, fonda anche il Disclosure Project, un'associazione che ha lo scopo di produrre prove e testimonianze sui fenomeni UFO.

    Impegnato ad affermare un nuovo tipo di Ufologia, intesa come presa di coscienza radicale contro il sistema politico vigente in favore di fonti energetiche alternative.

    Ha tenuto una storica conferenza stampa nel Maggio 2001, presso il National Press Club a Washington DC, con la partecipazione di decine di testimoni militari e civili.

    Possiede onestà intellettuale e schiettezza, ha sempre richiesto, senza nasconderlo, sostegni economici per portare avanti il suo lavoro.

    Ho ascoltato attentamente le sue interviste e letto i suoi scritti riguardanti le sue teorie sulla Cometa Ison.

    Inoltre, egli ha dichiarato che un'enorme astronave-madre di 26 miglia di diametro è parcheggiata sull'anello esterno del nostro Sistema Solare, mentre altre "piccole" navi intergalattiche ed una più grande, da ricognizione, sono posizionate all'interno del nostro complesso planetario.

    Tutte le imbarcazioni spaziali di minori dimensioni che solcano i nostri cieli provengono da queste navi-supporto che stanno preparando il Primo Contatto massivo con la Terra.

    Cosa ne penso?

    Penso che ci troviamo all'inizio di un Tempo Nuovo ed un mondo meraviglioso ci aspetta, ma noi dobbiamo accoglierlo e contribuire a crearlo.

    Un bacio.

    cinzia

    RispondiElimina