Il silenzio addosso

Il silenzio addosso
nuovo romanzo ordinabile sul sito Edizioni Convalle e su Amazon

martedì 30 aprile 2013

Numero 65 - Poetieroticando - 30 Aprile 2013


DEA

E' smalto rosso
sulle mie unghie.
Datteri e manna.

Disidratato mi bevi,
gonfio il tuo sangue
mi ami,
complice quella dolcezza
che non sai.

Nudo di te
trovi il shamadi
tra gambe avvolgenti.
E gli acini d'uva
nella tua bocca
prendono vita.

La furia dei corpi
si placa
in dune bagnate.

In un plenilunio
caldo
di noi.

(Stefania Convalle)




domenica 28 aprile 2013

Numero 63 - Jukebox della Domenica;-) - 28 Aprile 2013

Cominciamo questa Domenica con le canzoni richieste da voi da dedicare a qualcuno a cui volete bene.
La prima canzone, "Il Dilemma" del mitico Giorgio Gaber è dedicata a Marisa Puttini da parte di Monica Tomè che aggiunge: "All'amica di sempre". :-)))



La nostra Armida Bottini, dedica al suo Man: "Grande grande grande" di Mina. Impossibile postare qui il video di Mina, ma ho trovato questa interpretazione in pillole di Laura Pausini che è una delle più belle voci italiane. 
Da Midri al suo amatissimo Man con tanti cuoricini al seguito:-)))) 


"Mad World" di Gary Jules è dedicata dalla nostra Grazia a Guglielmo, e la sua dedica musicale è accompagnata da queste parole: "Unico e grande  Amore mio  per sempre!"


                                                                                   
Infine, la nostra Cinzia dedica a tutti noi, amici e amiche del Blog, questa canzone:-) vuol essere un invito a conoscerci sempre meglio raccontandoci e aprendo i vari cassettini che risiedono nella nostra anima:-)
Buon ascolto a tutti  e buona domenica!! Jukebox a richiesta da ripetere senz'altro!

sabato 27 aprile 2013

Numero 62 - Deep Purple e dediche - 27 Aprile 2013

A proposito dell'abbraccioterapia di cui si parlava ieri e delle coccole che dovremmo  fare  più spesso alle persone alle quali teniamo di più, voglio dedicare il numero del Blog di oggi al mio compagno che ama i Deep Purple;-) (io un po' meno, neh:-\ , ma per amore il 21 Luglio lo accompagnerò a vedere un concerto dei suoi idoli... Al massimo mi porterò le cuffie e un libro da leggere :-D).
 Per lui oggi "When a blind man cries" dei Deep Purple.

E così, a proposito di attenzioni verso chi amiamo, e per amore intendo non solo l'amore  per la propria metà, se c'è, ma intendo tutte le persone alle quali vogliamo bene, ho pensato che il numero  del Blog di oggi potrebbe servire per raccogliere le vostre richieste di una canzone da dedicare a qualcuno. 

Quindi, fatevi avanti e senza indugi, buttatevi ;-) non fate sempre i timidoni!! Scrivete in questo numero la canzone che volete e a chi la dedicate con eventuale frase di accompagnamento per la persona e io nella puntata di domani le posterò nel blog (canzoni e dediche) e voi potrete fare una sorpresa a chi amate: "Guarda cosa c'è per te;-)..."
Beh, le dediche colpiscono sempre e farete un figurone:-))))

p.s. se volete fare la richiesta in privato per non rovinare la sorpresa, scrivetemi su fb o al mio indirizzo email: steficonvalle@gmail.com

Forza! Avanti con le richieste!

venerdì 26 aprile 2013

Numero 61 - L'abbraccio - 26 Aprile 2013


Oggi, girovagando per il web, ho trovato questa interessante affermazione: "La durata media di un abbraccio tra due persone è di tre secondi, ma i ricercatori hanno scoperto qualcosa di fantastico: quando un abbraccio dura venti secondi, si produce un effetto terapeutico sul corpo e sulla mente.
La ragione è che un abbraccio sincero produce un ormone chiamato ossitocina, noto anche come l'ormone dell'amore. Questa sostanza ha molti benefici sulla nostra salute fisica e mentale; ci aiuta, tra l'altro, a rilassarci, a sentirci al sicuro e a calmare le nostre paure e l'ansia. Questo meraviglioso tranquillante è offerto gratuitamente ogni volta che si prende una persona tra le nostre braccia, che si culla un bambino, che si accarezza un cane o un gatto, che si balla con il proprio partner, che ci si avvicina a qualcuno o che si tiene affettuosamente un amico per le spalle. Oggi, prendete qualcuno tra le braccia per 20 secondi, fate questo semplice regalo..." ( Nicole Bordeleau)

Niente di nuovo, in fondo, eppure ogni tanto ci dimentichiamo quanto faccia bene abbracciarsi...
Ballando... per esempio...
                                                                 
                                           
In un bar...(oddio, forse questi due stanno facendo altro;-), ma mi piaceva il dipinto e l'ho messo;-)

            


Persino abbracciare un albero ci fa sentire meglio;-)
             


Ora mi chiedo, posto che siamo tutti d'accordo sui benefici dell'abbraccio, quale valore ha per voi la marea di abbracci virtuali che si vedono spargere a piene mani tra le righe dei social network, Facebook in testa?

giovedì 25 aprile 2013

Numero 60 - Soluzione del test di ieri - 25 Aprile 2013


Soluzione del test tratto dal libro "L'arte della felicità" del Dalai Lama.

Prima domanda, si riferisce alle priorità che si danno nella vita:
MUCCA = CARRIERA
TIGRE = ORGOGLIO
PECORA = AMORE
CAVALLO = FAMIGLIA
CERVO = SOLDI

Seconda domanda
la descrizione del CANE implica la tua propria personalità;
la descrizione del GATTO implica la personalità del  proprio compagno/a; 
la descrizione del  RATTO implica la personalità dei tuoi nemici;
la descrizione del CAFFE' è l'interpretazione, per te, del sesso;
la descrizione del MARE implica la tua vita.

Terza domanda
GIALLO qualcuno che mai dimenticherai
ARANCIO qualcuno che puoi considerare un vero amico
ROSSO qualcuno che ami veramente
BIANCO la tua anima gemella
VERDE una persona che ricorderai per il resto della vita
P.S. Per quanto riguarda il ROSSO e il BIANCO, credo che si intenda in senso lato e non unicamente in senso di coppia.

Vogliamo parlarne? Vi ritrovate nei vostri risultati? Considerate che, a volte, le risposte non sono proprio quelle che ci aspettiamo, a questo servono i test;-) a farci riflettere (secondo me), a sorprenderci...

mercoledì 24 aprile 2013

Numero 59 - Test - 24 Aprile 2013


                                                                               

Oggi vi propongo un test ... Domani vi dico da chi è proposto.
Sono solo 3 domande e le risposte vi potranno sorprendere.
Non rispondete in fretta, ma pensateci!
Vi servirà un foglio e una penna per scrivere le risposte; è un test che dice molto sul vero "IO".
Prima domanda:
mettete in ordine di preferenza i 5 animali sottoelencati
MUCCA
PECORA
CAVALLO
TIGRE
CERVO

Seconda domanda:
scrivete un aggettivo che descriva ciascuna delle seguenti parole:
CANE
GATTO 
RATTO
CAFFE'
MARE

Terza domanda:
pensate a qualcuno (che vi conosce  e che sia importante per voi) che possa essere relazionato/a ai seguenti colori (non si possono ripetere le risposte)
Nominate una persona per ogni colore
GIALLO 
BIANCO
ROSSO
ARANCIONE
VERDE

Il risultato del test... domani;-) Così non andate a leggere le risposte prima di averlo finito :-D

                                                                         

martedì 23 aprile 2013

Numero 58 - Monologhi nel cinema - 23 Aprile 2013

Che ne pensate di questo monologo tratto dal film 
"Big Kahuna"?
Non ha importanza aver visto o no il film, consideriamo il monologo in se stesso e parliamone;-)

lunedì 22 aprile 2013

Numero 57 - Vi presento la casa del Blog - 22 Aprile 2013


Non so voi, ma quando ero bambina mi piaceva l'idea di avere una casettina-rifugio, tipo quella che i ragazzini si costruiscono sugli alberi. 

Ora sono più grande (di poco;-)...) e non riuscirei nemmeno a salirci su un albero;-) così ho immaginato una casetta come quella della foto in mezzo al verde, circondata da quei bellissimi fiori rosa: la casa di questo Blog:-)

Lì, ogni giorno, mi venite a trovare e parliamo di tante cose, in uno spazio aperto e senza censure. Ognuno può esprimere il proprio parere liberamente, senza temere il giudizio di alcuno: non vi sembra una cosa bellissima?

Immaginiamo di entrare in questa casa, se è una bella giornata ci possiamo sedere in giardino...


per goderci la Primavera o l'Estate... 
Se invece vogliamo stare in casa, possiamo farlo gustandoci una tazza di tè...


e così conoscerci meglio, come stiamo facendo in questo Blog, dove siamo un bel gruppo e ormai notiamo se manca qualcuno nelle nostre conversazioni giornaliere. Come mi faceva notare Cinzia, ci stiamo affezionando l'una all'altra come se ci conoscessimo davvero nella vita di tutti i giorni.

L'idea di costituire un Numero di questo Blog definendolo anche "Il Tè delle Cinque" è stata di Lupo70, un nuovo amico che credo avrete incontrato tra un commento e l'altro, visto che è andato a ritroso nel Blog, anzi, già che ci siamo vi consiglio di dare un'occhiata al Numero 3 e al Numero 11 dove si è cimentato nella Foto incipit e nella Story:-)

Effettivamente l'idea mi piace, l'idea che questo Numero 57 rimanga un posto dove ci si possa presentare, dire due parole su noi stessi, chi siamo etc etc, come se ci incontrassimo davvero a bere qualcosa insieme... E in un appuntamento del genere, si possono anche lanciare idee, proposte o parlare di cose nostre che abbiamo voglia di condividere, tanto non ci ascolta nessuno, al massimo qualcuno in Bulgaria;-) oltre a un cospicuo gruppetto dagli States, dalla Germania e dalla Federazione Russa :-D

Insomma, prego, entrate... Gradite una tazza di tè? Io sono Stefania, per gli amici Stefi. Sono fuori come un balcone;-) ma mi piace essere così, mi diverto con me stessa, ho una curiosità per il mondo circostante che non si esaurisce mai, ho voglia di imparare e più invecchio e più questa voglia aumenta... Ho ripreso persino a studiare:-OOO Voglio approfondire materie legate a ciò che amo fare e cioè lo Zen shiatsu e tutto il mondo che ne è collegato; amo scrivere (non si era capito) ed è stata la mia salvezza in alcuni periodi bui della mia vita; insomma, una donna "viva" che guarda verso Oriente tenendo anche un piede in una scarpa da tango argentino, mondo che mi attrae per la sua sensualità.



E voi? Che mi dite di voi?

Quanto zucchero volete nel tè? ;-)

domenica 21 aprile 2013

Numero 56 - La legge di attrazione - 21 Aprile 2013

Come richiesto dalla nostra Michela, oggi vi propongo un video che parla della famosa Legge di Attrazione. Credo che in molti ne avrete sentito parlare, in tal caso sarà interessante sapere se l'avete messa in pratica e quale è stata la vostra esperienza in proposito.
Per chi ne sentisse parlare la prima volta, sarà invece una nuova scoperta.
Personalmente credo ci sia del vero;-) In qualche modo si ricollega ai 101 desideri, vi ricordate? Ne abbiamo parlato in uno dei primi numeri del Blog.
Ma avremo modo di discuterne.
Buona visione, buona domenica e un bacione a tutti voi: a stasera! :-)

sabato 20 aprile 2013

Numero 55 - Riassunto delle puntate precedenti;-) - 20 Aprile 2013


A proposito del "vuoto" di cui si è parlato questa settimana, questo è un video che amo molto...
Il "vuoto" è il massimo potenziale per ogni possibilità.

E a proposito di "Via", altro argomento trattato in questi giorni, vi lascio con questa poesia di un poeta spagnolo: Antonio Machado.

CAMINANTE
...Caminante, no hay camino,
se hace camino al andar.
Al andar se hace camino
y al volver la vista atras
se ve la senda que nunca
sa ha de volver a pisar.
Caminante no hay camino...

Camminante, non c'è la via,
la Via si fa camminando.
Camminando la strada "si fa"
e guardando indietro
si vede il sentiero che mai
si dovrà tornare a calpestare.
Caminante, no hay camino...

Costruisci la (tua) strada

venerdì 19 aprile 2013

Numero 54 - In cerca dell'anima gemella a spasso per i Tempi dei Tempi - 19 Aprile 2013

Ho letto due libri di Brian Weiss: "Molte vite, un solo amore" e "Messaggi dai Maestri".
Argomenti interessantissimi, che mi hanno coinvolta dalle prime pagine.

Brian Weiss è un famoso psichiatra americano che nella prima parte della sua vita professionale era completamente scettico circa quelle discipline “non scientifiche” come la parapsicologia.
Ecco cosa scrive nella prefazione ad uno dei suoi libri più famosi, “Messaggi dai Maestri” (Oscar Mondadori): “Non sapevo nulla del concetto delle vite passate o della reincarnazione, né volevo saperne. E poi accadde il primo contatto, improvviso e scioccante, con la spiritualità, l’emisfero destro del cervello, la dimensione non lineare.”

L’ipnosi regressiva era una tecnica con la quale aiutava i suoi pazienti a tornare indietro negli anni per recuperare memorie e traumi, al fine di risolvere questioni che rendevano loro difficile la vita. Ma durante una seduta con una sua paziente, Catherine, accadde qualcosa di inaspettato che rivoluzionò il suo modo di pensare.
“Catherine cominciò inspiegabilmente a ricordare ciò che sembravano memorie di vite passate. In qualche modo, tutti i suoi sintomi clinici miglioravano per via di questo processo di regressione. Ero stupefatto, ma stavo anche iniziando a scoprire l’armonia tra la scienza e l’intuizione.
Questo processo è iniziato vent’anni fa, e da allora ho fatto regredire più di duemila pazienti a memorie di vite perinatale, intrauterina e a memorie di vite precedenti.”

 In sostanza, Brian Weiss, attraverso la sua esperienza sul campo, ha scoperto che le vite precedenti influenzano, a volte pesantemente, la vita attuale e che recuperando il ricordo, sciogliamo dei nodi che ci permettono di risolvere paure e traumi che ci portiamo dietro.

Tramite, poi, queste sedute di ipnosi con i suoi pazienti, è accaduto che il paziente stesso diventasse il canale per fare arrivare dei messaggi di entità spirituali, messaggi d’amore che spiegano, tra le altre cose, che l’anima non muore mai, che non ci separiamo mai dalle persone care  e che incontriamo sempre coloro che sono importanti per noi nel susseguirsi delle reincarnazioni.

Ritroviamo questo concetto anche nella Bhagavad Gita: “Per l’anima non vi è nascita, né morte. La sua esistenza non ha avuto inizio nel passato, non ha inizio nel presente e non avrà inizio nel futuro. Essa non è nata; è eterna, sempre esistente e primordiale.
Non muore quando il corpo muore.”
Argomento vasto e controverso.

Personalmente credo che ci siano portali che ci collegano ad altre dimensioni e potremmo all’istante metterci in contatto se solo fossimo liberi da preconcetti e paletti mentali. Nella mia vita ho avuto modo di avere esperienze particolari che mi hanno fatto percepire una dimensione diversa dalla nostra che viviamo quotidianamente.
 Qual è il vostro pensiero in proposito? Avete avuto qualche esperienza in tal senso?

Interessante è anche ciò che afferma il Dott. Weiss riguardo ai bambini e ai loro ricordi presenti fino all’età di tre/quattro anni, delle loro vite precedenti.
Che ne pensate?

mercoledì 17 aprile 2013

Numero 52 - La tua Via ha un cuore? - 17 Aprile 2013

"Qualsiasi Via è solo una Via, e non c'è nessun affronto, a se stessi o agli altri, nell'abbandonarla, se questo è ciò che il cuore ti dice di fare. Esamina ogni Via con accuratezza e ponderazione. Provala tutte le volte che lo ritieni necessario.
Quindi poni a te stesso, e a te stesso soltanto, una domanda: questa Via ha un cuore? Se lo ha, la Via è buona. Se non lo ha, non serve a niente."

Carlos Castaneda The Teachings of Don Juan


Mi riallaccio al Numero di ieri, a quel breve video di Morelli nel quale si parla della ricerca del vero Sé.
Argomenti ostici per noi occidentali.

Ho iniziato il mio percorso verso l'Oriente diversi anni fa, alla ricerca di qualcosa per colmare "il vuoto" di cui parla Morelli; quel "vuoto" che noi occidentali tendiamo a riempire con vite frenetiche, amori che non sono amori, successi che non sono successi.

Il viaggio dentro me stessa è cominciato praticando lo Yoga,  passando poi per la pratica del Tai Chi e approdando allo Zen Shiatsu che è stato il percorso che mi ha portata ad essere quella di oggi. 
I miei insegnanti, parlando del Tao, hanno spiegato più volte ciò che dice Morelli nel video di ieri e cioè che siamo "come un fiume che scorre" e ogni fiume è unico e irripetibile, come effettivamente lo è ognuno di noi; solo che spesso ce ne dimentichiamo e ci adeguiamo a strade che non sono le nostre e non assecondiamo, quindi, il nostro personale Mandato come dicono i Taoisti, la nostra personale strada, quella che è giusta per noi.

Da qui le parole di Castaneda e ciò che ci dovremmo chiedere: "Questa Via ha un cuore?"

Dopo anni alla ricerca della "vera" Stefania, vera intesa come ricerca del proprio sé ripulito da tutte le influenze della società, credenze etc etc, mi sono chiesta spesso se la Via avesse un cuore e me lo chiedo sempre quando mi trovo di fronte ad una scelta, ad un bivio.


A volte si sceglie la Via più rassicurante, quella che  non ci mette in gioco, quella che ci fa restare dentro "le quattro mura"... Ci vuole un po' di coraggio per andare incontro a se stessi e alla propria Via, è vero, ma per quel che mi riguarda, ne è sempre valsa la pena.

Proprio qualche giorno fa, passeggiavo col mio cane e all'improvviso ho visto tutta la mia vita nel suo insieme ed è come se tutti i tasselli andassero a posto e  mi rendessi conto che tutto il cammino dei miei 50 anni fosse servito a portarmi nella Via che sto percorrendo ora, una Via che ha un cuore. Devo dire che il percorso Zen Shiatsu è stato quello che mi ha portato più in profondità di me e mi ha fatto raggiungere la mia personale "illuminazione";-) Un viaggio pieno di nuove scoperte che faccio insieme ai miei insegnanti e a chi viene a ricevere da me. 
Un viaggio pieno di emozione.


Un viaggio bellissimo, una Via con un cuore palpitante.

E la vostra Via ha un cuore?



lunedì 15 aprile 2013

Numero 50 - Effetti dell'Energia su Cristalli di Acqua - 15 Aprile 2013

Questo video mi colpì molto quando lo guardai per la prima volta.
E' il risultato di un esperimento del dott. Masaru Emoto che congelò l'acqua dopo averla esposta a parole scritte, voci registrate, musiche, video.
Questo il risultato: cristalli bellissimi se sottoposti a parole come AMORE, PACE etc.; cristalli deformi se sottoposti a emozioni malsane o parole negative.
Il video si conclude con queste parole: "Se i pensieri possono fare questo all'acqua, immagina cosa i nostri pensieri  possano fare a NOI.
Il nostro corpo è composto oltre il 60% di acqua."
Un invito a coltivare solo pensieri d'amore e gratitudine.
Che ne pensate? 

sabato 13 aprile 2013

Numero 48 - L'Angolo dell'Arte pittorica - 13 Aprile 2013

Oggi a Milano c'è il sole! Forse siamo al giro di boa? Finalmente possiamo salutare l'arrivo della Primavera? ;-)

Ma non è questo l'argomento del giorno;-)
Qualche tempo fa andai a vedere questa Mostra a Como, protagonista Giovanni Boldini con le sue opere. Ne rimasi entusiasta!
Voglio proporvi alcuni dei suoi dipinti e mi piacerebbe che ognuno di noi diventasse critico d'arte, un critico d'arte speciale, dove raccontiamo le sensazioni che ci arrivano nel guardare questi quadri.







 Possiamo anche approfittare di questo Angolo d'Arte per dire quali sono i nostri pittori preferiti, se abbiamo un "dipinto del cuore" e magari qualcuno di voi si può offrire per parlare del "suo" artista in un numero del Blog: sarebbe bello! Sarebbe un arricchimento per ognuno di noi. 
Ci conto!!


venerdì 12 aprile 2013

Numero 47 - La meraviglia dei panni stesi al sole... 12 Aprile 2013


C'è stato un periodo della mia vita durante il quale abitavo in Liguria; la cucina della mia casa si affacciava sul cortile e c'erano i fili per stendere da palazzo a palazzo. Ricordo quanto era bello stendere (superato il problema del senso di vertigine;-)...) nelle giornate di sole e leggermente ventose,  vedere le lenzuola svolazzare in un dialogo immaginario col bucato di altri "fili";-)
Mi dava una sensazione di libertà e pulito.
E al ritiro profumava tutto di mare.

Stendere i panni da casa a casa, un' antica abitudine che però si è persa, specie nelle grandi città dove bisogna ripiegare su tristi stendini da appartamento. 

Eppure anche in un bucato steso c'è magia...


Pensate a come sarebbe bello poter stendere ammirando un simile panorama...


E la bellezza di poter vedere lenzuola asciugarsi al sole?


Anche questo panorama non è male, immaginiamo il profumo di quel bucato...

E poi...quante cose ci dicono indumenti stesi ad asciugare? Ci parlano delle persone che abitano nella casa...


E qui chi ci vivrà?
Chi sarà il proprietario di questi calzini spaiati?

C'è un senso di intimità persino in un bucato steso su un filo in casa...
Quest'ultima foto potrebbe essere l'incipit di un romanzo: racconta tantissime cose...

giovedì 11 aprile 2013

Numero 46 - C'è posta per te - 11 Aprile 2013




Mentre ero alla ricerca di nuovi punti di osservazione da proporvi, mi sono imbattuta nelle cassette delle lettere e mi è venuta nostalgia dei vecchi tempi, quando si aspettava il postino per vedere se... c'era posta per noi;-)
                                                                                     

Non so quanti di voi abbiano visto il film: "C'è posta per te", film che adoro e so a memoria;-) Si racconta di una storia d'amore nata da una corrispondenza via mail e c'è la stessa trepidazione nei protagonisti davanti al pc ad aspettare l'arrivo della mail, uguale a quella che provavo io quando, da ragazza, aspettavo il postino: 

ma è la stessa cosa?


Un po' mi mancano le cassette delle lettere che, se potessero parlare, chissà cosa potrebbero dire relativamente a lettere imbucate con tante aspettative e sospiri... E da lì iniziava l'attesa...


Ho sempre avuto la passione della scrittura e da piccola si manifestava attraverso le corrispondenze: avevo fatto pubblicare un annuncio sul Corriere dei Piccoli e poi, crescendo, sul Corriere dei Ragazzi (chi se li ricorda?!?) in cerca di amici di penna;  ricordo le numerose lettere arrivate! Era un piacere andare ad aprire la cassetta della posta, trovare quelle magiche buste, passarle velocemente tra le mani per cercare quelle degli amici preferiti e poi leggerle,  prendere un foglio bianco e cominciare a rispondere, scrivere scrivere scrivere... E poi imbucare e aspettare un nuovo giro... 


Ora ci sono le email e sicuramente tutto scorre veloce e immediato; ci sono i tanti vantaggi di tutto questo accorciarsi dei tempi di attesa, ma c'è lo stesso fascino? Avere tra le mani una lettera scritta di pugno, poter osservare la calligrafia di chi ci aveva scritto, la scelta della carta, sentirne il profumo, poterla custodire tra le pagine di un libro...Non era tutto più affascinante?


Che ne pensate?

E poi...quale lettera vorreste trovare oggi nella vostra cassetta della posta?


mercoledì 10 aprile 2013

Numero 45 - Video poesia muy particolari... - 10 Aprile 2013


Buongiorno! Oggi, finalmente, a Monza c'è il sole! 

Facciamo una pausa dall'argomento della settimana riguardante i "diversi punti di vista" che abbiamo affrontato nei due giorni scorsi e torniamo alla poesia, anzi, alla 
video-poesia.

Vi ricordate la nostra poetessa Silvia Benedetti e le sue poesie romantic-erotiche?

Ho scoperto che ha realizzato questi due brevi video dove interpreta le sue poesie attraverso immagini/musica. Non voglio dirvi quali siano state le mie impressioni quando li ho guardati,  non voglio influenzarvi, ve le dirò dopo.

Buona visione!






martedì 9 aprile 2013

Numero 44 - E di questo punto di vista, invece, che ne pensate? - 09/03/2013





Continuiamo ad osservare il mondo dai vari punti di vista... Con piacere ho constatato che le finestre vi sono piaciute;-) Che ne pensate del punto di osservazione di una panchina?

Adoro le panchine... quasi quanto le finestre... Mi danno un senso di pace, di riposo, di meditazione, di comunicazione con se stessi  o con qualcuno che sieda accanto a noi...
Per esempio, la panchina della prima foto qui sopra, mi ricorda una bella conversazione in un Agosto viareggino con la nostra affezionata Cosetta... Com'è stato bello chiacchierare in quella pineta sedute su una panchina!




Questa, invece, mi ricorda un altro Agosto di qualche anno fa quando ero molto triste per amore e mi ero rifugiata dalla nostra Emma e seduta su una panchina che assomigliava a questa, l'aspettavo in un giardino affacciato su una vallata mentre s'intratteneva con sua madre...




Quest'altra ancora mi ricorda il Parco di Monza, dove s'incontrano queste vecchie abitazioni e mi viene in mente, anche se non eravamo proprio lì, ma in un giardino pubblico vicino a casa mia, la conversazione con la nostra Cinzia, sedute su una panchina al primo solo dei Primavera, parlando di Pleiadi...




Le panchine, per me, sono i ricordi... Come questo lungo lago, dove sullo sfondo sono seduti due innamorati all'imbrunire: cosa c'è di più romantico?




Le panchine hanno fascino anche quando sono ricoperte di neve...


Sembra comunque di sentire  il bisbiglio dei tanti che sono passati di lì...


E che dire di una panchina nel verde sconfinato, dove potersi sedere a leggere un libro, osservare la Natura, stare un po' con se stessi?