Dipende da dove vuoi andare

Dipende da dove vuoi andare
nuovo romanzo ordinabile su Amazon

martedì 2 aprile 2013

Numero 37 - Pigrizia;-) - 02 Aprile 2013


Oggi mi sento così;-) 

E quindi
ho pensato
che potreste gestire voi questo spazio:
scrivete quello che volete!

Spaziate a 360°, potete scrivere qualsiasi cosa... Un vostro pensiero relativo a quel che volete; come vi sentite oggi;  una ricetta; potete parlare di un libro che state leggendo, della musica che vi piace ascoltare; potete mettere persino un'inserzione, se vi va;-)

Sono curiosa;-)

13 commenti:

  1. Per rispondere a queste domande, vi ricordo come si fa ad inserire il commento: sopra lo spazio dove dovreste scrivere il testo c'è una scritta che dice PUBBLICA COME e sulla stessa riga trovate una piccola freccia sulla quale dovete cliccare; uscirà un elenco e cliccate su NOME/URL, si aprirà una nuova finestra e dovete scrivere il vs nome o nick dove c'è scritto NOME; poi cliccate su CONTINUA, inserite il testo e cliccate su PUBBLICA. Più facile di così!!!

    RispondiElimina
  2. Nuuu Stefania, un vulcano di idee e propositi come te che si arrende, non ci posso credere...
    Sto contemplando (perché ormai è talmente raro che bisogna trattarlo come eccezione)un pallidissimo sole che sta comunque volgendo al tramonto e nel frattempo sorseggio un bel te caldo, giusto per scaldare dentro ciò che fuori dovrebbe fare il sole...
    A proposito, vi regalo la lettura di una mia poesia che è intitolata proprio al grande assente, il sole... chissà che non spunti...

    Sole

    Calda carezza
    Bacio tenero
    Tutto sembra sorridere al tuo arrivo
    Illumini anche gli angoli più bui
    I tuoi raggi abbracciano e avviluppano
    Stringono reti invisibili e inviolabili
    Liberano dal torpore atavico
    Rendono chiaro ogni progetto
    La vita scorre come linfa
    Attraverso te
    E s’irradia un sorriso di gioia
    Con la tua presenza
    La tua luce è fonte di vita
    Per un cuore bisognoso di chiarore
    Lo rianimi con un battito
    Delle tue invisibili e grandi ali
    Penetri ogni centimetro
    Della stretta via
    Percorrendo insistente
    Tutto il cammino
    Abiti perseverante
    La realtà e i sogni
    Li costruisci e distruggi
    Nell’arco del tuo tempo
    Domini il mio mondo
    E io non te lo impedisco
    Capisco la tua importanza
    Vivendo insieme a te
    Nutrimento percettibile
    Di una vita sopita e senza luce

    Salutissimi a tutti!

    RispondiElimina
  3. Ma nooooooo, Grazia, sono solo pigra, mica a corto di idee;-) Per la verità questa settimana sarà piuttosto impegnativa: mi dovrò alzare molto presto e starò via tutto il giorno e poi alla sera ho impegni aggiuntivi (stasera sono a fare l'assistente all'insegnante alla scuola di zen shiatsu; domani sera sono all'ultima lezione di medicina cinese; nel w.e. il Master di Zen shiatsu, insomma: una settimana piena;-)...)
    In più ci si è messa a complicare le cose una mezza influenza (avrò preso freddo) e quindi stringo i denti per fare tutto, ma sono abbastanza KO;-) Ma siccome qui, al Blog, so che ci siete voi, valide collaboratrici, mi concedo di essere pigra, almeno qui;-)
    Tutto sommato non è nemmeno male avere uno spazio bianco dove scrivere quello che volete, senza censura alcuna;-) Una specie di spazio autogestito :-D...
    Un momento, inoltre, per lanciare anche idee, perché no??
    Per esempio, l'idea di mettere la tua poesia è molto carina e mi ha fatto assaporare il nostro Sole che stenta a palesarsi come dovrebbe, vista la stagione... A me non è mai venuto in mente di scrivere una poesia sul Sole! Quindi: brava!! Tra l'altro lo descrivi bene e se ne percepisce anche il calore:-))

    RispondiElimina
  4. Cosetta Savelli2 aprile 2013 21:06

    Come avete trovato l'atmosfera della Pasqua di questo 2013?
    Io,è già qualche anno che avverto uno strisciante cambiamento nell'intensità di partecipazione alla settimana di Passione, ai momenti che ricordano gli ultimi giorni tormentati e oltremodo difficili che Gesù ha vissuto prima di essere crocifisso.

    Sarà forse dentro di me, questo sfilacciarsi delle intense sensazioni di tristezza nel rivivere, attraverso le funzioni religiose, tutti i momenti di quel Calvario: o sarà che la vita, oggi, incombe con il suo presente di gravi problemi e sull' uomo e sui valori che egli sembra, sempre di più, lasciare andare alla deriva...

    Sarà che io, nella mia lunga lista di 'settimane di Passione' vissute, ho provato quualcosa che oggi non sento più; quella sensazione strana dentro, che, se per caso, il cielo era coperto nel giorno del Venerdì Santo,sapevamo che era giusto così, perchè tutto il creato partecipava al grande dolore del nostro Gesù...

    Soltanto le svariate immagini del nuovo Papa Francesco, mi fanno pensare che, forse, non è tutto frutto di un mio pessimismo: egli ci sta mandando dei messaggi che , da tempo, nessuno ci mandava più...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Cosetta, dalle tue parole si evince che tu sia molto credente e che la settimana della Passione abbia per te un significato molto alto... Personalmente non sono cresciuta così, forse solo i miei nonni erano molto devoti, ma per quanto mi riguarda non vivo con la tua stessa partecipazione questi momenti religiosi. Però Papa Francesco mi colpisce e mi conquista con i suoi gesti semplici e con i messaggi che manda ogni giorno. Forse sarà proprio lui, col suo modo di fare, ad avvicinare alla Chiesa tante persone che come me hanno preso altre strade. Chissà... Però penso che i valori siano indipendenti dall'essere osservante o meno; conosco persone che magari vanno a Messa tutte le domeniche o fanno la Via Crucis che però, nel frattempo, cornificano il coniuge o coltivano modi di comportamento non certo cristiani. Non so, ho tanti dubbi in proposito, potremmo parlarne:-)

      Elimina
  5. Hai fatto bene Stefy, un po' di pigrizia ogni tanto ci vuole. Soprattutto a una donna superimpegnata come te.
    Per quanto mi riguarda, invece, non posso proprio lasciarmi prendere dalla pigrizia, soprattutto perché sto scrivendo la post-fazione a una mia carissima amica...

    Volevo rispondere a Cosetta e dirle che è umano lasciarsi prendere, a volte, dal pessimismo. Anche quando si è credenti e ci dicono che domani è un altro giorno. Per fortuna, però, è vero: prima o poi il sole torna sempre a bussare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dany:-) ma questa amica è davvero fortunata ad avere la postfazione scritta da te!! ;-)Un onore! ;-)

      Elimina
    2. Cosetta Savelli3 aprile 2013 23:05

      Se Stefania dice che è per me un onore che Dany mi abbia letto e commentato, ci credo sulla parola! Non conosco Dany ma lo ringrazio e...a rileggersi !

      Elimina
    3. Ma noooo, Cosetta;-) quel "è un onore" si riferiva a me: la Dany sta scrivendo in corsa la postfazione al mio libro di racconti e le ho detto che per me è un onore!:-))

      Elimina
  6. Ciao Stefania, l'hai voluto tu, guarda che è pericoloso lasciare mano libera qui dentro....ora gioco un pò, con cosa? ...con quello che amo di più, sogni e colori, cioè, "SOGNINCOLOR".

    Parto da qui, da questo punto in poi le cose non esistono e si possono inventare.

    - I fondali scenici li dipingerò di roccia, alture ventose, perchè mi piace pensare al Perù in questo modo ruvido, ma con grandi sorrisi bianchi su visi scurissimi dai tratti sfuggenti...molta lana colorata sulla pelle e sguardi che fiutano la vita...

    (questa bozza la mantengo senza audio, preferisco la potenza visiva di luoghi sconfinati...arrotolo il fondale e conservo...)

    nuova scena da inventare...

    - Secchiate di vernice blu cobalto sul fondale, azzurri, celesti, turchesi ed ottanio per creare riflessi più chiari con spumeggianti bianchi spatolati...alto mare, assolato, ventosissimo...una barca a vela trasparente fluttua dirompente a favore della volontà, onde croccanti si frantumano, sciogliendosi in cristalli argentati assorbiti subito dal blu oltremare; molta gente appena accennata sulla barca che non si cura dello spettacolo intorno, è impegnata solo su sè stessa.
    Mi sento nel mare e mi gonfio nella potenza del vento, brillo nel sole e scrollo le onde al ritmo del mio cuore, rimango estasiata dall'orizzonte e lo voglio raggiungere...inizia un viaggio infinito che riprenderò di volta in volta...

    (arrotolo e conservo...)

    nuovo fondale da inventare...

    - Con una scopa di saggina, schiaffeggio il fondale di verdi sfumati in ogni sua tonalità...muschiati di sottobosco e verdi gentili sopra verdoni incupiti...seminascosti dai tronchi, fiammeggiano figure improbabili...guizzano improvvisamente sui rami per poi dileguarsi veloci oltre la scena...sono Pensieri, forse i miei futuri, si nascondono impauriti perchè sanno che l'intimità è talmente inafferrabile da non poter girare alla stessa velocità umana...sono gli elfi della mente, gli gnomi dei sogni, accennano la loro danza e fuggono divertiti da questa rigidità assoluta...disegno un sacco di iuta al centro della scena, vuoto, ripiegato su sè stesso...attendo... non molto, ed è pieno... lo chiudo con lo spago e lo lego in cima ad un bastone, mi giro le spalle e mi inoltro nel bosco, mi saluto con la mano...tornerò di nuovo a riprendere nuove idee.

    (arrotolo e conservo...)

    nuova scena da inventare...

    - Con un aerografo enorme spruzzo il fondale con ogni colore, li sovrappongo e li mischio insieme, il colpo d'occhio è di grande vivacità, forza ed energia, ora disegno una sedia vuota al centro della scena e sulla destra una porta chiusa...ora mi disegno seduta, rilassata, ma in attesa, ho lo sguardo ridente e le mani che tamburellano una mia musica mentale...non c'è fretta, si è qui e basta...si rimane senza pretese, solo felicitando l'anima nel colore...la porta si apre e lo scuro oltre ad essa contrasta tra i colori intorno.....così, come fosse niente, entri TU.

    °°°°°°

    Se siete arrivati fino a qui, davvero meritate una spiegazione che sinceramente non c'è; sono solo istantanee di miei sogni fatti a colori, ma così nitide e veritiere da sembrarmi quasi vissute.
    Forse la mia naturale fretta ha fatto in modo che s'interrompesse sempre la visione, mostrandomi solo la parte iniziale o poco più.

    Tutto qui, ho voluto condividere con voi qualche mio sogno, lo ritengo un gesto molto confidenziale.

    Sogni a colori a tutti quanti!!!

    cinzia



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Cinzia, ogni giorno mi sorprendi sempre di più! Eppure un po' ti conosco e so come sei;-) ma riesci sempre a farmi rimanere a bocca aperta!!!
      Il tuo sognicolor, questo insieme di sogni/quadri che prendono vita tramite le tue parole, è uno spettacolo di fantasia, creatività, esplosione di energia!!!
      Cavoli, devo lasciare più spesso la "via libera" ai vostri interventi!
      Bacionissimo colorato:-))

      Elimina
    2. P.S. A proposito di colori... vedrai il numero di oggi che posterò nel pomeriggio;-) :-D

      Elimina