Dipende da dove vuoi andare

Dipende da dove vuoi andare
nuovo romanzo ordinabile su Amazon

venerdì 5 luglio 2013

Numero 112 - La grande avventura di essere se stessi - 5 Luglio 2013

Navigando su Facebook, dove i link piovono in tutte le salse, mi ha colpita una citazione: 
"Io accetto la grande avventura di essere me." 
(Simone de Beauvoir)

Proprio qualche giorno fa, parlando con un'amica sensitiva, si diceva che alla vigilia dei miei 51 anni, avevo davanti a me la vita che davvero volevo condurre, quella che mi rappresenta, "accettando la grande avventura di essere me."

Voglio farvi questa domanda, anche se so che è una di quelle da un milione di dollari, ma se chiudete gli occhi, vi lasciate andare e rispondete col cuore, potreste avere delle rivelazioni!

Voi state vivendo la grande avventura di essere voi stessi o state vivendo una vita che pensate non sia la vostra, quella per cui siete nati?

11 commenti:

  1. Per rispondere a queste domande, vi ricordo come si fa ad inserire il commento: sopra lo spazio dove dovreste scrivere il testo c'è una scritta che dice COMMENTA COME e sulla stessa riga trovate una piccola freccia sulla quale dovete cliccare; uscirà un elenco e cliccate su NOME/URL, si aprirà una nuova finestra e dovete scrivere il vs nome o nick dove c'è scritto NOME; poi cliccate su CONTINUA, inserite il testo e cliccate su PUBBLICA. Più facile di così!!!

    RispondiElimina
  2. Spesso mi sono fatta questa domanda. Quando ero piu giovane ho sempre lottato per realzzare i miei sogni, in parte ci sono riuscita ma quelli importanti..quelli che vorresti che ti cambiassero la vita, piu m impegnavo a raggiungerli piu sembrava che fossero sempre piu irraggiungibili...con tempo ho capito che il destino e un'altra cosa..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena e benvenuta al Blog:-)
      Citi il Destino e da come ne parli sembra che sia quello che ha remato contro la realizzazione dei tuoi sogni... Non credi, invece, che il Destino ce lo creiamo noi e solo noi siamo in grado di cambiare le cose se abbiamo il giusto e determinato atteggiamento? Forse, a volte, ci sono cause di forza maggiore che regolano la nostra vita, però quando mi guardo indietro, capisco che sono stata solo io, con le mie scelte, a "scrivere" la mia storia, nel bene e nel male. Che ne pensi?

      Elimina
  3. Ciao Stefania,domanda molto tosta...credimi ho scritto e cancellato nello stesso momento non so' quanti pensieri....alla conclusione deduco ke cmq cio' che noi siamo non e' altro che il condizionamento degli avvenimenti che si sono susseguiti lungo il percorso!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Antonio:-) eh sì, domanda tostissima alla quale non è facile rispondere perché in qualche modo bisogna guardare un attimo in faccia la propria vita e non sempre è qualcosa che si riesce a fare, proprio perché tante persone, forse la maggior parte, si fa condizionare dagli eventi che tu citi, facendo scelte non proprie e, se non abbiamo un carattere forte,ci si ritrova a vivere una vita scelta da altri e non da noi...

      Elimina
  4. Credo che molte cose possono cambiare per caso o con il nostro impegno paziente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me le cose cambiano se Noi vogliamo che cambino e se sappiamo, di conseguenza, COGLIERE ed ACCOGLIERE i segnali copiosi che ci arrivano dall'universo;-)

      Elimina

  5. Posso dire che ho sempre cercato di essere me stessa, ma devo sinceramente ammettere che, molto spesso, durante la mia vita, ho adattato la mia personalità alle varie situazioni.

    Non so dire, con precisione, se l'ho fatto per pigrizia, comodità o superficialità: di sicuro, la mia timidezza ha sempre manipolato ogni mia scelta, soprattutto in gioventù, affinando molto il mio spirito di adattamento.

    Forse, ho sempre rispettato talmente tanto le persone intorno a me che non avrei mai voluto vederle soffrire per mie decisioni contrarie alla loro visione.

    Con la maturità, ho cominciato ad osservarmi in modo diverso, ho imparato ad ascoltare le mie esigenze ed aspirazioni; di conseguenza, c'è stato un cambiamento in me ed intorno a me.

    Non ho stravolto la mia vita, ho solo cercato di viverla aprendo la porta alla mia Creatura Psichica Naturale, Istintuale, che ancora oggi sta correndo, felice, mai stanca, nella Prateria della Vita, con creativi balzi d'entusiasmo, di stupore e monologhi incessanti di storie mai vissute e mondi mai incontrati.

    Insomma, è veramente una compagna straordinaria, auguro a tutte le donne di liberare la propria per vivere l'esistenza in modo completo.


    ***

    Stefi!!! Ho chiuso gli occhi e ho risposto con il cuore... hai visto che rivelazione???

    Sei magica!!!!!!!

    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Forse, ho sempre rispettato talmente tanto le persone intorno a me che non avrei mai voluto vederle soffrire per mie decisioni contrarie alla loro visione."
      Cara Fidanzacinzia, hai messo l'accento su un punto che è poi quello dolente che ci impedisce di essere se stessi: il farsi condizionare dagli altri...
      Credo che sia un problema che tocca tutti, e lì c'è il nodo da sciogliere: rendersi conto che la vita è una e la nostra, e quindi non è giusto scegliere una strada oppure un'altra in base a ciò che potrebbero pensare gli altri;-) questo atteggiamento, secondo me, è causa di tante infelicità, non credi? Parlo in generale, ovviamente;-)))

      Elimina
  6. MARILENA mASCARELLO12 luglio 2013 10:19

    Ed è proprio un'avventura.. anzi per me una battaglia!!
    o vale solo per me!!?? conflitti.. forza energia adattamento..essere se stesii sì ne sono convinta, ma ..prima du tuuto accettarsi e poi adattarsi alle situazioni!!! mi piace molto ciò che ha scritto Cinzia.. condivido...Col tempo con la maturità si acquista consapevolezza,.. ma io sono ancora alla ricerca di me stessa..ma come abbiamo detto è un'avventura ed ogni giorno ci offre quel qualcosa in più che dobbiamo cogliere.......... Vorrei cambiare molte cose, ma non è questo....prima accettarsi e poi arriva il cambiamento... ciao Stefi ciao tutti..
    PS. ASSOLUTAMENTE DA APPROFONDIRE!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conflitti? Sempre! E perché, secondo te? Per me perché si è frenati dalle paure, dalle incertezze, da ciò che potrebbero pensare gli altri, dai condizionamenti vari... Ed ecco che, invece, se molliamo gli ormeggi e decidiamo che la vita è nostra e siamo gli unici a dover decidere come viverla, beh, forse con un pizzico di coraggio e audacia, più persone sarebbero realizzate. Che ne pensi?

      Elimina