Dipende da dove vuoi andare

Dipende da dove vuoi andare
nuovo romanzo ordinabile su Amazon

giovedì 26 settembre 2013

Numero 138 - Facebook nuoce davvero alla salute? - 26 Settembre 2013


Non so come la pensiate voi, ma io "amo e odio" questo social network che ormai è entrato nella vita di tutti i giorni.
Come tutte le cose, reca con sé i lati positivi e quelli negativi, le luci e le ombre, lo yin e lo yang.

In questi anni, in alcuni frangenti mi ha fatto compagnia quando ero sola, quando "mi sentivo" sola; bastava aprire il pc ed ecco che ero collegata con il mondo e c'era sempre qualcuno col quale condividere pensieri, a volte ansie... Girovagando per i Profili del popolo di Fb e per le innumerevoli Pagine, si trova un campione di tutte le emozioni e argomenti possibili e immaginabili, rimanendo incatenati allo schermo...

Personalmente considero Fb un mezzo e come tale, dipende dall'uso il beneficio o meno che ne posso trarre. Mi piace alzarmi al mattino, accendere il pc e salutare gli amici virtuali, e non, che trovo lì; mi piace usarlo come "pausa caffé"... Ma Fb è un'opportunità per scendere più a fondo nell'animo umano: mi piace osservare e "cogliere" il carattere di una persona, perché se si guarda attraverso "il terzo occhio" si colgono le sfumature e si capisce molto di chi c'è dall'altra parte dello schermo.

Per me, facebook è un'esperienza positiva.

Ma è anche un tranello.
Quante sono le persone che si nascondono dietro lo schermo e recitano una parte, senza mostrare mai il loro volto?
Quante sono le persone che non hanno certo buone intenzioni e dalle quali bisogna "guardarsi"?
E quelli, frustrati nella loro vita reale, che lanciano strali dalle loro bacheche?

Parecchi.

E quanti combattono guerre personali a suon di battute velenose nei loro post?

Parecchi, anche qui (saranno gli stessi di prima?;-)...)

Diciamo che, ogni tanto, fb diventa il Festival della vigliaccheria, dove vince chi è più bravo a lanciare il sasso e  a nascondere la mano.

Ma è anche il Festival dell'ipocrisia, dove si vedono persone che sappiamo sparlarsi nella vita vera;-), e invece sullo schermo li vediamo lanciarsi cuoricini  e montagne di tvb accompagnati da abbracci: e allora qual è la verità?

Pericolo - pericolo anche il fatto che ogni nostro gesto sia monitorato, orari, luoghi, tutto ciò che facciamo... Un commento, un MI PIACE... tutto è sotto l'occhio del GRANDE FRATELLO che siamo noi tutti e diventiamo investigatori: ma sappiamo distinguere il vero dal falso?

A parte questi lati che, a mio giudizio, sono le ombre, amo questo mezzo che mi ha dato tanto e tutto sommato sembra far parte della mia famiglia: una famiglia MOLTO allargata:-D

E voi? Che ne pensate di questo mezzo?
Cosa vi ha dato? Cosa vi ha deluso?

Al mio "via"..."scatenate l'inferno"!

Ahahahah, scherzo neh!!! :-D 



20 commenti:

  1. Per rispondere a queste domande o per lasciare un proprio pensiero, vi ricordo come si fa ad inserire il commento: sopra lo spazio dove dovreste scrivere il testo c'è una scritta che dice COMMENTA COME e sulla stessa riga trovate una piccola freccia sulla quale dovete cliccare; uscirà un elenco e cliccate su NOME/URL, si aprirà una nuova finestra e dovete scrivere il vs nome o nick dove c'è scritto NOME; poi cliccate su CONTINUA, inserite il testo e cliccate su PUBBLICA. Più facile di così!!!

    RispondiElimina
  2. Anche per me fb è un mezzo: per comunicare, per stare in compagnia e per tenere contatti diciamo a costo zero con innumerevoli persone.
    Certo è che ultimamente lo sto proprio "usando" perché mi collego solo per urgenze di contatti o per vedere determinate risposte.
    Sicuramente aiuta a stare in compagnia ma quando non posso o non voglio accendere il pc... non mi manca! Un buon libro o una buona compagnia sono molto più appaganti!
    Ciao a tutti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, certo, non c'è paragone con una bella serata tra amicio un buon libro;-) ma pensa a quante cose buone porta: per esempio, noi ci siamo conosciute tramite questo mezzo;-)

      Elimina
  3. ciao Stefy,un ottimo argomento! Leggerò con attenzione tutti i vostri commenti..per quanto mi riguarda,io ho sempre paura di qualsiasi "vizio",quindi uso facebook a piccole dosi giornalmente per non assuefarmi e perché non senta la mancanza quando ho cose più urgenti da fare.prima il dovere e poi il piacere,dice un proverbio.però bisogna capire che il piacere spesso è dato da un bel libro,da un bel film,da due chiacchiere a voce con gli amici,da un po' di palestra.ad esempio,eh.io l'ho trovato molto utile e divertente per farlo divenire una sorta di diario o per conoscere un po' di più persone che parlano poco oppure per restare in contatto con persone ormai difficili da frequentare perché lontane,ecc.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E perché hai paura di qualsiasi "vizio"? Temi di perdere il controllo di te stessa?;-)
      Il mio rapporto col pc è molto stretto, ma perché mi è utile anche per il mio lavoro per proporre le mie iniziative, e poi curare i miei eventi, le mie Pagine, questo Blog;-) Insomma, a casa mia il computer è sempre acceso.
      Quando ero in vacanza, però, ne ho fatto a meno senza problemi;-) perché avevo altre cose da fare:-) tipo andare a ballare a Cagliari con Giuseppe e tre amiche sprint;-))
      E poi io al pc scrivo e quindi, capirai, passo tantissimo tempo qui davanti allo schermo e la puntatina su fb serve anche per staccare un attimo:-)
      Certo è che amo fare anche tutto il resto che non c'entra col pc, come il mio amato yoga, il tango, gli amici, e tutta la vita quotidiana con tutte le sue occupazioni.
      Alla fine, ciò che conta, è trovare sempre il giusto equilibrio:-)

      Elimina
  4. Io ne faccio un uso davvero limitato: non accetto amicizie né caramelle dagli sconosciuti, posto ogni tanto qualcosa di "mio" o qualche ottima poesia o pezzo di un Autore con la A maiuscola, condivido gioie di amiche (una a caso... Stefy), vomito rabbia postando o condividendo link su questioni ecologico-politico-sociali.
    Tutto qui...
    Credo che, se usato nella maniera giusta, fb sia un fantastico strumento dei nostri tempi. L'abuso è, come per tutte le cose, deleterio.

    Splendida giornata a tutte voi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dany, mi par di capire che tu e FB vi diate del "voi":-D
      Io, invece, ho un rapporto con fb come tra due commilitoni;-) con grandi pacche sulle spalle;-)
      A parte gli scherzi, come in tutte le cose, l'abuso è deleterio... Ma un uso equilibrato può dare grandi risultati, se usato come strumento per farsi conoscere:-)
      Bacione:-)

      Elimina
  5. Personalmente, trovo questo post molto difficile da commentare.

    Non sono su Facebook per scelta, di conseguenza non ne ho nessuna esperienza diretta e non lo conosco a fondo.

    Non mi interessa particolarmente, né mi affascina; penso che possa creare una seria dipendenza se utilizzato per ore consecutive e trovo che sia anche molto pericoloso per i minorenni (spesso ingenui ed indifesi, facili bersagli di numerosi soggetti senza scrupoli) e per le persone psicologicamente fragili che possono subire malevolenze gratuite ed ingiustificate.

    Detto questo, lo considero una vetrina globale dove ognuno espone il suo abito migliore, mentre, spesso, dietro lo schermo c'è solo un pigiama alquanto stropicciato e nemmeno troppo dignitoso.

    Una persona preferisco incontrarla 'fisicamente', parlarle al telefono, scriverle o, se possibile, passare del tempo insieme; penso sia più interessante conoscere una persona 'per strada' ed impegnarsi a conoscerla veramente, che mai si riesce nemmeno così, figurarsi 'virtualmente'.

    E' molto più prezioso avere uno o due amici su cui poter contare nei momenti di disperazione che avere centinaia di 'amici' che non ci saranno mai nemmeno per un passaggio all'aeroporto.

    Questa tecnologia virtuale non la amo per niente, soprattutto nei rapporti interpersonali; capisco che per una percentuale discreta, costituisca un'utilità di lavoro molto efficiente; per una percentuale minima, sia uno scambio sincero di vera comunicazione; ma, a discapito di una percentuale vastissima che, talvolta, si rovina l'esistenza e, in ogni caso, si atrofizza la mente con l'uso prolungato.

    Stefinzata, considera il mio carattere schivo e la mia riservatezza su queste cose... è già tanto che scrivo nel tuo Blog... ma questo, lo faccio esclusivamente come prova d'Amore per Te.

    Ma, oltre a questo, non vado.

    un bacio,

    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Fidanzacinzia, lo so che lo fai per amore!:-D
      Ti dirò, mi dispiace che tu non sia su fb, perché non è certo un luogo demoniaco;-) ma una scatola piena di sorprese, dipende poi sempre dall'uso che ne facciamo. Ovviamente non c'è paragone tra il virtuale e il reale, e naturalmente un'ora su fb non può lontanamente competere con un'ora a bere un cappuccino con te;-)
      E' vero anche che su fb girano diversi squilibrati, bisogna stare attenti e tenerli a debita distanza e cioè anni luce;-)
      A prestissimo:-)

      Elimina
  6. vogliamo Cinzia su facebook ! :-)

    RispondiElimina
  7. vogliamo Cinzia su facebook ! :-)

    RispondiElimina
  8. E’ una considerazione che ho fatto anche io in questo periodo e riporto cio’ che nei giorni scorsi ho postato nella mia bacheca di fb … ebbene si, sono anche io una fbdipendente …

    “Ma dove e' finita la comunicazione? quella vera! Quella in cui ascolti qualcuno, la sua voce ...
    Ultimamente ci si limita a freddi messaggi in cui non trovi nemmeno l'intensita' o l'intenzione, tutto piatto ... Si puo' dire qualsiasi cosa puoi mentire, puoi essere sincero ... tanto e' tutto uguale, si e' dietro ad uno schermo e nessuno capira' mai di che umore realmente sei, se sei felice se sei arrabbiato, ridiamo scrivendoci ahahah ... ma non e' piu' bello ascoltare il suono di una risata? Non abbiamo piu' tempo per ascoltare ma passiamo ore a scrivere ... bene! ripassiamo i verbi, anche se molti, dopo così tanto esercizio, non hanno ancora capito che collocazione dare alla h! Ma come siamo messi a rapporti umani? ... sara' ... ma io sto sul classico ... preferisco il calore della voce :-))”

    Aggiungiamoci anche il rischio di “incontri con persone" che non sono propriamente a posto (e purtroppo ce ne stanno a sto’ mondo!) …
    Ovviamente il “gioco” di questi mezzi moderni è appunto questo, mettere in contatto e condividere quasi tutto di se, con gente che non conosci e che continueremo a non conoscere perché purtroppo rimarrà tutto a livello superficiale, nessuno potrà conoscere chi sei veramente senza una frequentazione reale.
    Avremo sempre un’immagine distorta, idealizzata o sbagliata, delle persone con cui interagiamo, ma soprattutto corriamo il rischio di non vivere più relazioni umane reali, tutto filtrato da uno schermo, tutto tenuto a distanza!
    Altro aspetto che trovo negativo è il tempo che si “spreca” a postare, rispondere messaggiare ecc. a discapito di altre buone abitudini come leggere un buon libro
    Ovvio che però, come in tutte le cose, ci sono anche i lati positivi, puoi tenere contatti con amici lontani, essere sempre al corrente su eventi di tuo interesse, far conoscere la tua attività …
    Insomma!! credo che dipenda molto anche da che uso ne facciamo.
    Io comunque rimango sempre del mio parere … se posso, preferisco il calore delle persone e non quello dello schermo dopo ore di utilizzo :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come non essere d'accordo con te? Ovvio che siamo tutti d'accordo, però è anche vero che continuiamo a frequentare i social network per ore e ore;-)
      Io, però, penso anche che se una persona è se stessa e quindi ciò che posta rappresenta davvero ciò che pensa e ciò che è, possa nascere una frequentazione virtuale intensa e "reale", ovviamente sempre da coronare con una conoscenza effettiva, prima o poi...
      Però, ammettiamolo, la corrispondenza che può scattare tra due persone con mail al posto delle vecchie lettere, ha un suo fascino... E "corteggiare" con canzoni, pensieri, link romantici...ha anch'esso il suo fascino: ti prende di testa e ammettiamolo, non è questo che piace tanto a noi donne?

      Elimina
  9. ...per fortuna che Cinzia trovava difficile commentare questo post..:)))

    Per quanto riguarda Facebook sono d'accordo con tutti .....dipende l'uso che se ne fa.
    Se una persona si sente "schiava "di questo strumento ,spegne e telefona ad un amico o si fa un giro...
    Crea dipendenza se uno è predisposto per tale assuefazione, vogliamo parlare della TV "spazzatura"?
    Personalmente non odio ne amo facebook,lo uso qualche volta e basta.Scrivo su quello che mi viene in mente e qualcuno legge e commenta...tutto qui.Solo 7 amici due dei quali sono su questo blog.
    In genere la tecnologia è mia schiava,la uso,la sfrutto e quando non funziona cerco di aggiustarla,altrimenti la butto.
    Cosa diversa dei rapporti che ho con le persone sia virtuali che reali...che poi sono la stessa cosa.
    Come dice Stefy dopo un po' che frequenti una persona anche solo sul blog o su FB ti accorgi di come è veramente o dei cambiamenti di stati d'animo.I nostri "sensi"sono sempre accesi, anche a chilometri di distanza,ascoltiamoli.


    E poi in che mondo vivete??? Siete preistorici, ora c'è WhatsApp....

    Saluti
    Daniele

    RispondiElimina
    Risposte
    1. WhatsApp???? Non ce l'ho ancora!! Sono proprio antica:-/
      Cmq è vero, credo che le antenne che abbiamo ci facciano capire se la persona che si rapporta con noi è se stessa, o se è un bluff;-)

      Elimina
  10. BUON POMERIGGIO A TUTTI, E' LA PRIMA VOLTA CHE SCRIVO SUL BLOG DI STEFANIA. CREDO CHE SIAMO ABBASTANZA D'ACCORDO TUTTI QUANTI; FB E' UN POTENTE MEZZO DI COMUNICAZIONE, MA COME OGNI COSA DI QUESTA TERRA, BISOGNA SEMPRE MANTENERE UN EQUILIBRIO SULL'USO CHE SI FA. NON BISOGNA DIVENTARE SCHIAVI O DIPENDENTI DI QUESTI MEZZI. MOLTE VOLTE RICEVO RICHIESTE DI AMICIZIE DA PERSONE ITALIANE O DAL MONDO INTERO, CHI LE CONOSCE??? E MI TROVO FORTEMENTE INDECISO SUL DA FARSI. IN QUESTO MOMENTO COMUNICO CON VOI, CHI SONO IO PER VOI? MI CONOSCE STEFANIA CONVALLE, IL PROBLEMA E' RECIPROCO PER TUTTI. RIPETO: UN POTENTE MEZZO DI COMUNICAZIONE, POSSIAMO DIRE DI TUTTO MI ARRIVANO PETIZIONI, OPPURE UN AMICO CHE GLI E' MORTO IL CANE E TUTTE LE SERE GLI DA LA BUONA NOTTE SCRIVENDOLO SU FB; EPPURE LO CONOSCO ED E' PERFETTAMENTE LUCIDO. FORSE QUALCUNO USA QUESTO MEZZO PER RACCONTARE LA PROPRIA DISPERAZIONE, PREFERIREI CHE SI SFOGASSE CON ME VISO A VISO... NON ABUSIAMO DI QUESTI MEZZI, FACCIAMO IL POSSIBILE PER USARE TUTTI LA TESTA, CHE AL MONDO D'OGGI CREDO SIA SEMPRE PIU' DIFFICILE. IL COMPUTER E' UN MEZZO PER STUDIARE PER SAPERE PER COMUNICARE, NON POTRA' MAI SOSTITUIRE IL CALORE UMANO, GUARDARSI, PARLARE VISO A VISO, ABBRACCIARSI. FB NASCONDE LA SINCERITA'??? FORSE SI, MA NON DIMENTICHIAMO CHE CI SONO PERSONE ABILI A MENTIRE ANCHE QUANDO PARLI AL TELEFONO O ADDIRITTURA VISO A VISO; E SONO CONVINTO CHE IL VERO SQUILIBRATO, NON PUO' NASCONDERSI IN ETERNO, PRIMA O POI SI TRADISCE ANCHE SU FB.

    PER IL MOMENTO HO FINITO........

    STEFANO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehilà, Stefano! Quale sorpresa vederti qui al blog! Sono contenta perché sei una persona che ha tanto da dire e spero interverrai spesso;-)
      Hai toccato un punto importante con il tuo intervento: la solitudine.
      Con i tuoi esempi, tipo la persona che dà la buonanotte al cane, evidenzi quanta sia la solitudine che attraversa le giornate delle persone. In concetto di famiglia si è un po' perso per strada e se una volta, quando ero bambina, alla sera la famiglia si riuniva e stava insieme, ora, dopo cena, si disperdono e parecchi passano le serate al pc, su fb...
      Credo si sia persa l'abitudine ad una sana comunicazione ed infatti ci sono un sacco di cose stonate in questa società...
      Detto questo, parliamo della solitudine che è un problema che affligge tanta gente... Per i motivi più svariati, ci si ritrova a vivere soli e quanti accusano il colpo, non ne sono capaci sentono il vuoto?
      Beh, io ho provato questa sensazione.
      Quando mi sono ritrovata a vivere sola e non avevo ancora imparato di quanto possa essere un'esperienza ricca e appagante condividere del tempo con se stessi, ero preda di attacchi di tristezza... Nonostante avessi degli amici carissimi, ci sono momenti nei quali non si possono disturbare, quando questi hanno una famiglia... E così a volte si ha bisogno di un contatto "umano" e su fb l'ho sempre trovato... Ho sempre trovato qualcuno con cui dialogare e che, in quel momento, mi ha aiutato a sentirmi meno sola.
      E anch'io, a mia volta, ho fatto compagnia a qualcuno che si sentiva solo. Che dire, a volte parlare con uno sconosciuto è un'esperienza che può darti tante cose, forse perché ci si sente liberi di essere davvero se stessi, non c'importa di quel che penserà di noi... Chissà... Che ne pensi?

      Elimina
  11. CIAO STEFANIA. E' VERO L'ARGOMENTO SOLITUDINE ATTANAGLIA MOLTO LA SOCIETA' MODERNA. PURTROPPO E' IN CRISI IL CONCETTO DI FAMIGLIA, ANCHE SE RITENGO CHE NON TUTTI CI SONO PORTATI, E DOVREBBERO REALIZZARE SE STESSI IN ALTRI MODI. ADDIRITTURA CI SONO PERSONE ANZIANE ABBANDONATE, NONOSTANTE ABBIANO FIGLI E NIPOTI, PROBABILMENTE E' STATO PERSO IL CONCETTO DI AMORE E CARITA' CRISTIANA VERSO IL PROSSIMO, O FORSE UNA VOLTA C'ERA DI PIU' IL CONCETTO DI FAMIGLIA PATRIARCALE.
    CHI E' SOLO DOVREBBE FORSE CERCARE CHI A SUA VOLTA E' SOLO PER FARSI COMPAGNIA, ALTRIMENTI SI CORRE IL RISCHIO DI METTERSI IN MEZZO TRA MOGLIE E MARITO. IL CONTATTO UMANO E' IMPORTANTISSIMO, NON QUELLO DELLA METROPOLITANA AL MATTINO DOVE NON TI PUOI PIU' MUOVERE, MA POTER PARLARE CON CALMA, (SUL LAVORO E' DIFFICILE) CON UN FORTE ABBRACCIO.
    FB TI AIUTA A SENTIRTI MENO SOLO/A, E' VERO, TROVI QUALCUNO CON CUI DIALOGARE, E' VERO, E TI SENTI MENO SOLA. CONOSCO ADDIRITTURA CHI, TRAMITE INTERNET HA TROVATO L'ANIMA GEMELLA, SI SONO DOPO INCONTRATI SI SONO PIACIUTI, ECC......MA QUESTO MEZZO DI COMUNICAZIONE NON POTRA' MAI SOSTITUIRE UN CALOROSISSIMO ABBRACCIO UMANO. PUO' TEMPORANEAMENTE TAMPONARE PER COSI' DIRE UN ATTIMO DI SOLITUDINE, MA NON POTRA' FARLO IN ETERNO, LE PERSONE DEVONO DIALOGARE, FAR SENTIRE LA PROPRIA VOCE E RIPETO IL PROPRIO CALORE UMANO, CHE UNA MACCHINA NON PUO' TRASMETTERE.

    STEFANO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come non essere d'accordo con te? ;-) condivido tutto, parola per parola:-)

      Elimina