Dipende da dove vuoi andare

Dipende da dove vuoi andare
nuovo romanzo ordinabile su Amazon

venerdì 4 ottobre 2013

Numero 143 - Poesie di Marilena Mascarello - 4 Ottobre 2013


VIALE IN AUTUNNO
di
Marilena Mascarello

Una nicchia dorata
che non riesce
a consolarmi
calpesto le foglie
che non voleranno
mai più.



SOLO PER ME
di
Marilena Mascarello

Un ramo secco non ha un cuore
ma se vicino c'è un fiore
insieme diventano un quadro festoso.

Io chiedo alla rondine nel cielo
di starmi vicino
e insieme volare nella cornice
di prati e di cieli senza confini.

Con l'animo che soffre
posso lo stesso sorridere
se intorno scorgo il giallo oro
di un sole che ritorna
e di un campo di grano
sazio di luce.

Solo per me l'albero stanco
ritorna a vivere.



7 commenti:

  1. Per rispondere a queste domande o per lasciare un proprio pensiero, vi ricordo come si fa ad inserire il commento: sopra lo spazio dove dovreste scrivere il testo c'è una scritta che dice COMMENTA COME e sulla stessa riga trovate una piccola freccia sulla quale dovete cliccare; uscirà un elenco e cliccate su NOME/URL, si aprirà una nuova finestra e dovete scrivere il vs nome o nick dove c'è scritto NOME; poi cliccate su CONTINUA, inserite il testo e cliccate su PUBBLICA. Più facile di così!!!

    RispondiElimina
  2. - "Viale in autunno" ha un profondo richiamo introspettivo: calpestare le foglie che non potranno più volare non rallegrandosi nemmeno più del loro dorato colore.

    Come a dire, si preferisce affrontare direttamente il dolore senza anestesia perché nulla può mutare ed alleviare il destino avverso con le conseguenze che procura.

    - "Solo per me", al contrario, possiede fiducia e speranza che tutto possa rigenerarsi attraverso la dedizione e l'amore.


    Sono due poesie diametralmente opposte per il loro modo di fronteggiare il tormento, probabilmente scritte in momenti diversi con stati d'animo contrapposti; nonostante propongano la medesima sofferenza, l'approccio ad essa è sicuramente contrastante.

    Infatti, mentre nella prima l'anima si arrende allo sconforto e si lascia attraversare dal dolore, nella seconda si percepisce l'anima che reagisce con forza positiva al dolore trovando qualcosa o qualcuno per cui valga la pena sperare, sopportando anche la più dura avversità.

    Questa è solo la mia lettura a queste due bellissime poesie di Marilena Mascarello che mi hanno trasmesso queste sensazioni immediate.

    Complimenti.

    cinzia

    RispondiElimina
  3. mascarello marilena5 ottobre 2013 21:55

    Grazie a Stefania di avermi regalato questo spazio! Cinzia direi che hai interpretato perfettamente gli stati d'animo che mi hanno ispirato in queste poesie. Ti ringrazio perchè il tuo commento mi lusinga ! Alla prima poesia sono particolarmente legata, ho nella mente e nel cuore il momento e la situazione da cui sono nati quei versi. Un momento sofferto , ma anche molto intimo, versi immediati scritti in un attimo così come son venuti dal cuore.Grazie ancora, le tue parole sono molto belle Cinzia! un abbraccio e un saluto a te e a Stefania.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, sì, Marilena...Cinzia ti ha fatto un bellissimo commento (lei è bravissima a commentare, ci si dedica anima e cuore;-)...) e te lo meriti tutto!:-)

      Elimina
  4. io sono di poche parole..ma posso dire solo che queste poesie sono toccanti.belle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte poche parole dicono molto di più di cento papiri;-) credo sarà contenta del tuo commento, diretto ed essenziale:-)

      Elimina
  5. mascarello marilena12 ottobre 2013 15:03

    Grazie Michela , sono felice che ti siano piaciute..! :-) la prima "viale in autunno" scritta nel 2011 , mi porta ogni volta alle stesse sensazioni... La leggo , la rivivo.. è una delle mie preferite... ciao Atefania

    RispondiElimina