Dipende da dove vuoi andare

Dipende da dove vuoi andare
nuovo romanzo ordinabile su Amazon

sabato 30 marzo 2013

Numero 34 - Domandone e... un ricordo... - 30 Marzo 2013


Oggi un domandone, o un invito, non saprei... Take what you need, prendi ciò di cui hai bisogno: e voi, in questo momento della vostra vita, che bigliettino strappereste dal cartello appeso nella foto?

Voglio inoltre ricordare un artista che ieri ci ha lasciati: Enzo Jannacci, mio concittadino. 
Ho scelto per voi una canzone poco conosciuta, ma dal testo significativo per questo preciso momento...


7 commenti:

  1. Per rispondere a queste domande, vi ricordo come si fa ad inserire il commento: sopra lo spazio dove dovreste scrivere il testo c'è una scritta che dice PUBBLICA COME e sulla stessa riga trovate una piccola freccia sulla quale dovete cliccare; uscirà un elenco e cliccate su NOME/URL, si aprirà una nuova finestra e dovete scrivere il vs nome o nick dove c'è scritto NOME; poi cliccate su CONTINUA, inserite il testo e cliccate su PUBBLICA. Più facile di così!!!

    RispondiElimina
  2. Io ho bisogno di... credere in un futuro, il futuro di un Paese senza governo, di una primavera senza sole... ci sarà un futuro migliore o dobbiamo sempre dire che stavamo meglio quando era peggio?
    Eppure io ci credo! Forse sono un'inguaribile romantica, ma credo che esista un sole per tutti!
    Iannacci era un matto con i piedi per terra, un sognatore che faceva del bene non solo col suo lavoro di chirurgo ma anche con le sue canzoni in apparenza strampalate ma ricche di verità pesanti come macigni... scherzando diceva la cruda verità... cercava di trarre un sorriso dalle miserie...
    Sognava di morire a Natale e invece se n'è andato il venerdì di Pasqua, una vera passione.
    Ha lasciato un gran vuoto...

    Felice Pasqua Stefania a te, la tua famiglia e gli amici di blog: auguri!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma certo che ci sarà un futuro migliore, ci mancherebbe altro!!! Dopo il temporale viene sempre il sereno;-) dopo la notte viene sempre l'alba;-) insomma: è una legge della Natura!!
      Bacione!

      Elimina
  3. Mostragli il tuo volto Signore. <3

    RispondiElimina
  4. Assolutamente "LOVE"!!!

    Sono convinta che sia il motore per vivere in modo giusto e positivo; nonostante il periodo contrario, è l'unica cosa che riesca ad ammorbidire l'umore e reagire con forza e coraggio alle contrarietà.

    Inoltre, l'Amore è una spinta emozionale talmente forte che riesce a produrre spontaneamente tolleranza, coraggio, comprensione, pace, guarigione (interiore e, talvolta, anche fisica), forza, bellezza, perdono, gentilezza e motivazione.

    Quindi uno per tutti, con una scelta si prendono tutti i bigliettini insieme!


    °°°°°°°°°°°


    Vorrei unirmi al tuo saluto per Enzo Jannacci, era talmente comunicativo, spontaneo ed affabile che sembra quasi di averlo conosciuto personalmente, quasi un amico, tanto che ieri quando ho appreso la notizia ho provato un sincero ed immediato dispiacere.

    Un talento sopra le righe che apriva il cuore solo a vederlo sorridere, poi parlava e ti apriva il suo mondo, ci si entrava come in un tempio onirico, tutti in scarpe da tennis e lui a gesticolare improvvisando pezzi musicali improbabili, ma perfetti, ne uscivi trasformato da quel luogo e ti chiedevi dove fossi stato veramente.

    Grazie Enzo, a te e a tutti quelli come te.

    Grazie anche a te, Stefania, un abbraccio.

    cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente hai ragione, Cinzia, LOVE racchiude tutti i bigliettini insieme ed è sicuramente il motore di ogni cosa;-)
      Bello il tuo ritratto di Jannacci e belli i tuoi interventi, sempre completi e profondi! Brava!! :-))))Bacione pasquale;-)

      Elimina